Ercolano IcomIl Parco Archeologico di Ercolano ha avviato una procedura di valutazione comparativa per il conferimento di incarichi per le qualifiche di restauratore, architetto specialista in restauro e archeologo da inserire nella segreteria tecnica del sito archeologico. Le risorse umane esterne ricercate devono aver maturato specifiche competenze ed esperienze pluriennali. L’obiettivo è quello di garantire una più adeguata strutturazione di un ufficio tecnico dovendo questo Ufficio garantire una effettiva puntuale gestione ed una più mirata programmazione di usi, manutenzioni, adeguamenti e modifiche, progetti sul patrimonio immobiliare in consegna. C’è tempo fino al 23 giugno per presentare le domande.

IMPORTO DELL’INCARICO

Il compenso professionale è stabilito nell’importo lordo, non superiore a euro 33.360,00, oltre IVA. Sono a carico del professionista gli oneri previdenziali e fiscali nella misura prevista dalle vigenti disposizioni di legge e ogni copertura assicurativa. L’incarico rientra nell’area delle prestazioni autonome di cui al T.U. delle imposte sui redditi D.P.R. 917/86 de dell’art. 2222 del Codice Civile. Il compenso verrà pagato dietro presentazione di fattura da parte del professionista che pertanto dovrà possedere la Partita IVA. Non sono previsti rimborsi di spese, di alcun genere.

DURATA DELL’INCARICO

L’incarico di cui trattasi avrà la durata di mesi 12 (dodici), con eventuale proroga e/o rinnovo. Deve essere garantito un impegno settimanale minimo di giorni 3 (tre) presso il Sito archeologico. L’incarico potrà cessare anticipatamente rispetto al termine contrattuale per il sopraggiungere per gravi inadempienze del professionista o per cause collegate alla situazione organizzativa del Parco o per cause non imputabili al Parco. Nell’ipotesi di cessazione anticipata il Parco dovrà comunicare all’interessato le relative motivazioni almeno 60 gg prima del termine fissato per la cessazione anticipata. L’incaricato ha la facoltà di recedere dall’incarico con preavviso non inferiore a 60 giorni.

Approfondimenti:

Leggi il bando completo

Rispondi