Lettura libro“L’intervento del professor Lorenzo Casini sul parere depositato dal Consiglio di Stato in merito al Bonus cultura è interessantissima e mette il governo davanti a una scelta: vuole puntare sulla cultura, magari facendo anche un’altra proposta? Oppure vuole davvero ‘tagliare’ il settore come ha fatto capire il ministro Bonisoli?”. Lo dichiara ad AgCult la senatrice Pd Simona Malpezzi che osserva: “Come ben spiega Casini ci sono altre strade ulteriormente percorribili, quindi un margine d’azione ancora c’è. Il Consiglio di Stato dice una cosa ben chiara, però il legislatore può ancora intervenire per evidenziare quella che era la sua volontà nel momento in cui aveva presentato la norma. E la volontà era quella di lasciare una norma costruita per una annualità, dopodiché avendola rifinanziata per le annualità successive lo scopo del legislatore era di renderla ‘strutturale’”. Sottolinea Malpezzi: “Questa era la volontà del precedente governo e infatti saremmo andati avanti nel rendere fissa e poi estendere la 18App ad altri campi come i viaggi Interrail o l’Erasmus”.

CRITICHE AL GOVERNO

Malpezzi critica la politica del governo nel settore dei beni culturali. “Hanno cominciato a parlare di tagli e non so dove vogliono arrivare – afferma l’esponente dem -. L’infelice uscita del ministro Bonisoli sulla fame di cultura da far venire ai giovani facendoli rinunciare a un paio di scarpe, dà l’idea di una cultura vista semplicemente come merce invece di una scelta e fruizione dei ragazzi”. Aggiunge la senatrice Pd: “Quello che mi preoccupa maggiormente è l’impostazione culturale del nuovo governo. La 18App non viene attaccata dal punto di vista economico, ma proprio da un punto di vista di principio. Bonisoli ha detto che non lo convince un sistema che ha dato risultati positivi”. Conclude Malpezzi: “La nostra idea di 18App era potenziarla e utilizzarla anche come vero strumento di cittadinanza, perché si deve dare ai ragazzi la possibilità di scegliere come usufruire della cultura di cui non hanno mai goduto”.

Leggi anche:

Bonus Cultura e Consiglio di Stato, Lorenzo Casini: la norma di rango primario c’è già

18App, stop anche dal Consiglio di Stato al Bonus Cultura

Rispondi