“Cari ragazzi, il ministro Bonisoli ha dovuto fare marcia indietro. Non è riuscito a dire ‘ho sbagliato’, ma lo perdoniamo: il #bonuscultura – per cui il NOSTRO governo ha stanziato le risorse necessarie – resterà. #18appnonsitocca: è una prima importantissima vittoria”. Così la responsabile Cultura del Partito democratico, Anna Ascani, commenta su Twitter le parole del ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli, che a proposito del Bonus cultura ha spiegato: “Qualche giorno fa, dopo aver criticato la 18App, il bonus con cui Renzi regalava 500 euro ai diciottenni, mi hanno accusato di voler togliere finanziamenti alla cultura per i giovani. Non è vero. È vero il contrario: intendo aumentare i fondi a disposizione per la cultura, e uno degli assi strategici dove più soldi pubblici verranno spesi è proprio l’incentivare la diffusione di cultura tra i giovani”. I fondi per il 2018 e per il 2019, ha aggiunto il numero uno del Collegio Romano, “ci sono, verranno riattivati e verranno erogati ai nati nel 2000 e nel 2001”.

Leggi anche:

Bonus cultura, Bonisoli: Fondi già predisposti non saranno eliminati

Bonus Cultura e Consiglio di Stato, Lorenzo Casini: la norma di rango primario c’è già

Rispondi