Alberto Bonisoli Cultura“Mi sto ringraziando da solo, perché il bonus cultura se non lo infilo dentro un decreto legge spariva e quindi devo infilarlo rapidamente in un decreto legge altrimenti perdiamo i soldi che erano stati accantonati. Bisogna tirare le orecchie a chi si è dimenticato di fare la norma in passato, ma magari era troppo impegnato sulla riforma costituzionale che ha assorbito moltissime energie”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, a margine della presentazione del rapporto di Symbola. “Il meccanismo resterà lo stesso: daremo dei soldi ai 18enni. Poi, se saranno soltanto i 18enni, se saranno magari tutte le cose concesse fino a oggi o ci saranno delle limitazioni, maggior controllo, modalità e tempistiche diverse, questo non lo so dire. Onestamente non voglio deciderlo io. Lo chiederemo ai 18enni, a chi ha già preso il bonus e cercheremo di capire il modo migliore per finanziare la loro fame di cultura”.

Rispondi