Si terrà il 26 giugno al Parlamento europeo di Bruxelles la conferenza di alto livello dal titolo “Patrimonio culturale in Europa: unire passato e futuro”. L’obiettivo è promuovere la diversità della cultura europea e sottolineare l’importanza sociale ed economica del settore. La conferenza – organizzata nel contesto dell’Anno europeo del patrimonio culturale su iniziativa del Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e in stretta collaborazione con la Commissione Cultura del PE – è suddivisa in tre gruppi tematici che vedranno impegnati in dibattiti sulle sfide del settore esponenti politici, figure chiave dell’UE, gruppi di interesse e ospiti celebri, come il pianista e direttore d’orchestra Ezio Bosso. Ai dibattiti parteciperanno anche artisti provenienti da ogni ambito, dalla musica al design, e altre parti interessate che contribuiranno al dialogo con le loro testimonianze. Durante la conferenza sono previsti due concerti dal vivo e la visita alla mostra dei videogiochi. Interverranno, tra gli altri, Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, Tibor Navracsics, commissario europeo per la Cultura e l’Istruzione, Sneška Quaedvlieg-Mihailovic, segretario generale di Europa Nostra.

GRUPPI TEMATICI E CONCLUSIONI

I tre gruppi tematici si intitolano: Patrimonio culturale ed europeità (coordinato dall’eurodeputata Silvia Costa); Preservare e promuovere il patrimonio culturale (coordinato dall’eurodeputata Mircea Diaconu); Innovazione e potenziale economico del patrimonio culturale (coordinato da Karima Delli). Le conclusioni saranno affidate a Tajani, Petra Kammerevert, presidente della commissione Cultura del Parlamento europeo, Luca Jahier, presidente del Comitato economico e sociale europeo e Xing QU, vicedirettore generale dell’Unesco.

Per approfondimenti:

Il programma della conferenza

One Comment

  1. Pingback: La Rassegna Stampa di Culturit 25/06/2018 - Culturit

Rispondi