Il ministero dei Beni culturali prenda iniziative, anche alla luce dei contributi erogati a livello nazionale a valere Fus, a favore di teatri di rilevante interesse culturale, così da permettere al Teatro di Messina di completare l’opera di ristrutturazione e di programmazione iniziata e allo stato attuale incompleta a causa della carenza di fondi. E’ quanto chiede in un’interrogazione indirizzata al Mibact la deputata Matilde Siracusano (FI), sottolineando che i finanziamenti erogati all’Ente autonomo regionale – Teatro di Messina risultano “non adeguati a far fronte ai numerosi impegni che il Teatro di Messina dovrà affrontare per manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura, e anche nei confronti di alcune categorie di lavoratori”.

Il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, aggiunge la deputata, “ha recentemente concluso dei lavori di ristrutturazione e messa a norma degli impianti per un totale di 998 posti a sedere, in merito ai quali è stato espresso un parere favorevole dalla competente commissione comunale di vigilanza locali pubblico spettacolo”, e ha inoltre avviato “numerose collaborazioni anche fuori regione, al fine di intraprendere azioni specifiche di formazione di giovani attori e professionisti delle arti e dello spettacolo dal vivo e di partecipare a nuove produzioni”.

Rispondi