Ponte della Becca PaviaLa Provincia di Pavia intende affidare ad un operatore economico la progettazione preliminare, la progettazione definitiva/esecutiva, il coordinamento per la sicurezza in progettazione, la direzione dei lavori di manutenzione del ponte sul fiume Po “della Becca”, lungo la ex S.S. 617 “Bronese”. Il termine per l’invio delle offerte è fissato al 6 agosto 2018. L’importo della prestazione posto a base di gara, soggetto a ribasso d’asta, è di poco più di centomila euro. Il contraente verrà individuato mediante una procedura aperta, con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

LA PROPOSTA DI LEGGE CENTINAIO

All’inizio di questa legislatura è stato presentato da oltre 50 senatori leghisti, primo firmatario Gian Marco Centinaio (attuale ministro delle Politiche agricole e del Turismo), un disegno di legge per dichiarare monumento nazionale il Ponte della Becca, situato nella provincia di Pavia e costruito tra il 1910 e il 1912 sulla confluenza tra i fiumi Ticino e Po. Il ponte, ricordano gli esponenti del Carroccio, durante la Seconda Guerra Mondiale è stato parzialmente distrutto dai bombardamenti ed è stato ripristinato e riaperto al traffico nel 1950. Attualmente il Ponte della Becca rappresenta il più importante collegamento tra l’Oltrepò orientale e la città di Pavia e a causa della sua conformazione e della sua antichità necessità di particolare attenzione per la sua salvaguardia e per garantire la viabilità ordinaria. Per la sua valenza storica, spiegano, “si ritiene che il ponte possa appieno considerarsi rispondente ai requisiti per essere dichiarato monumento nazionale ed è per questo che si auspica l’approvazione del presente disegno di legge”.

I LAVORI MESSI A BANDO

I lavori che si intende realizzare riguardano le strutture metalliche all’estradosso del piano viario e gli appoggi maggiormente compromessi a sostegno dell’impalcato, in breve:

  • il montaggio di ponteggi mobili;
  • l’esecuzione di interventi di ripristino di parti metalliche ammalorate, la realizzazione di intarsi e rinforzi per quelle maggiormente ammalorate;
  • un ciclo di sabbiatura, primerizzazione e verniciatura delle parti metalliche estradossali;
  • l’analisi dello stato di consistenza degli appoggi, con identificazione e sostituzione di quelli maggiormente ammalorati.

GLI ALTRI DUE PONTI DELLA PROVINCIA

Sempre la Provincia di Pavia ha pubblicato altri due bandi identici a questo per la progettazione preliminare, la progettazione definitiva/esecutiva, il coordinamento per la sicurezza in progettazione, la direzione dei lavori di manutenzione di altri due ponti sul Po: il ponte “della Gerola”, lungo la S.P. 206 “Voghera-Novara” (importo 145mila euro) e il ponte di Pieve Porto Morone, lungo la ex S.S. 412 “della Val Tidone” (importo 322mila euro).

Approfondimenti:

Leggi la documentazione di gara

Leggi anche:

Pavia, Centinaio (Lega): dichiarare monumento nazionale il Ponte della Becca

Dal ministero ad hoc alla tassa di soggiorno: le proposte di Centinaio (Lega) per il turismo

Rispondi