“L’Europa è casa nostra e noi siamo l’Europa. Noi siamo a pieno titolo dentro l’Europa e quindi abbiamo tutto l’interesse e tutto il diritto di dire quello che pensiamo, di lavorare insieme per creare uno spazio europeo. Questo vuol dire che dobbiamo avere tutto il diritto di rappresentare i nostri interessi e far sì che questi interessi arrivino a pieno titolo all’interno dell’Europa”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, chiudendo l’incontro promosso a Roma dall’eurodeputata Silvia Costa sul programma “Europa creativa 2021-2027”.

Il numero uno del Collegio Romano invita quindi a “non sottovalutare l’importanza di lavorare a livello europeo: se vado a vedere i documenti europei, molto spesso sono documenti che hanno una valenza molto teorica e di principio; però quando questi documenti sono fatti bene, in modo sinergico e con i contributi degli altri paesi, allora i famosi paletti europei sono paletti che vanno bene. Quando queste politiche non vengono riprese e rimangono le stesse per tanti anni, o sono imposte dall’agenda di una o l’altra parte, allora i paletti non vanno bene. Per questo è una nostra occasione e una nostra opportunità quella di contribuire alla definizione di questi paletti, e qui abbiamo una concreta opportunità che è la definizione del nuovo programma di Europa Creativa”.

“La cosa ideale, e come governo c’è tutta la disponibilità a farlo, è lavorare fianco a fianco: c’è una dinamica a livello europeo che deve essere tale, e una dinamica a livello nazionale che massimizza i risultati nel momento in cui c’è un dialogo continuo”, ha concluso Bonisoli.

Leggi anche:

Europa Creativa, Costa (Pd): siamo a una svolta importante ma risorse ancora insufficienti

Europa creativa, Aprea (FI): I finanziamenti abbiano una ricaduta nazionale

Europa creativa, Di Giorgi (Pd): Favorire cultura nelle scuole di ogni ordine e grado

Europa creativa, Gallo (M5S): Bene promozione cultura sin dalla scuola primaria

Ue, a Roma incontro per condividere riflessioni e proposte su Europa Creativa 2021/2027

Rispondi