Rivivono a Ostia Antica i riti sacri romani all’interno di Domus e tabernae originali. Si terrà domenica 15 luglio – organizzato dal Parco Archeologico di Ostia Antica in collaborazione con l’Associazione di archeologia sperimentale Sardinia Romana – un evento per mostrare il forte legame tra i riti sacri e il cibo nell’antica Roma. ​Saranno più di 25 i soggetti in abiti storici che dalle 10,30 alle 18 interpreteranno lo stretto rapporto che legava il cibo alla religiosità in epoca romana.

Momenti di vita quotidiana saranno inscenati in tre diversi luoghi: al Caseggiato del Larario verrà ricreata un’offerta ai Lari, protettori della casa e la deposizione di offerte quali libum, frutta e pani; nella Domus della Fortuna Annonaria verrà ricostruito una cerimonia di matrimonio per confarreatio, antico rituale che prevedeva il consumo di una focaccia di farro per suggellare l’unione tra gli sposi; nel Caseggiato di Diana sarà rappresentata un’invocazione alla dea Iside da parte di privati cittadini: un mercante, una coppia di coniugi e un armatore (navicularius). Frutta e messi saranno offerte nell’atto del rito di invocazione.

Rispondi