Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo, e Michail Piotrovsky, Direttore Generale del Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo (Federazione Russa) hanno firmato un accordo triennale di collaborazione nel campo dell’arte e della cultura tra le Gallerie d’Italia e il Museo Statale Ermitage, uno dei più grandi musei al mondo. La collaborazione consiste in iniziative di particolare pregio programmate presso l’Ermitage per la valorizzazione, la conoscenza e la diffusione da parte di un vasto pubblico internazionale dell’arte e del talento artistico del nostro Paese, tra cui una grande esposizione dedicata a Piero della Francesca, dal 7 dicembre 2018 al 10 marzo 2019.

Al contempo il Museo Statale Ermitage collaborerà con le iniziative culturali e le mostre di Intesa Sanpaolo, sia sul piano dei contenuti scientifici, sia attraverso il temporaneo trasferimento di opere d’arte di primaria importanza appartenenti alle proprie collezioni. Prestigiose opere saranno tra le protagoniste di alcune mostre promosse dal Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo presso il polo museale delle Gallerie d’Italia nelle sue sedi di Milano, Napoli e Vicenza e presso il grattacielo della Banca a Torino.

Oltre alla grande mostra sul Romanticismo prevista in autunno alle Gallerie di Piazza Scala (19 ottobre 2018 – 10 marzo 2019), il capolavoro Juan Bautista Maíno, Adorazione dei pastori (olio su tela, 143,5 x 100 cm) sarà per esempio esposto al grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino nell’ambito della rassegna L’Ospite Illustre dal 19 dicembre al 6 gennaio 2019. A Napoli, inoltre, presso Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, dal prossimo 5 dicembre al 7 aprile 2019, sarà possibile ammirare il capolavoro di Anton van Dyck, Apparizione di Cristo ai discepoli (olio su tela, 147 x 110,3 cm) in occasione della mostra Rubens, Van Dyck, Ribera – La collezione di un principe.

L’accordo prevede inoltre la realizzazione di progetti comuni in Italia in sinergia con Ermitage Italia e in collaborazione con Villaggio Globale International, come l’attivazione di borse di studio e scambi di ricercatori e l’organizzazione di incontri internazionali su tematiche connesse all’arte e alla cultura.

Con l’accordo, un nuovo capitolo si aggiunge nella storia della presenza di Intesa Sanpaolo nella Federazione Russa, intrecciando economia e arte, business e cultura e in particolare con il Museo Statale Ermitage con cui Intesa Sanpaolo ha già collaborato nel 2017 con il prestito di un proprio dipinto di Giambattista Tiepolo raffigurante il Giudizio finale.

Uno dei gioielli del patrimonio storico-artistico di Intesa Sanpaolo è inoltre il corpus di icone russe, tra le più ricche collezioni in Occidente, conservato fin dal 1999 a Palazzo Leoni Montanari, la sede vicentina delle Gallerie d’Italia, e valorizzato nel tempo con mostre temporanee, convegni e momenti di approfondimento per promuovere la conoscenza dei valori culturali del mondo russo e ortodosso.

Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo, commenta: “Le relazioni in ambito culturale tra Italia e Russia hanno radici profonde e lontane, e questa storia plurisecolare si arricchisce oggi di un ulteriore, significativo segno, grazie al rapporto di collaborazione che Intesa Sanpaolo e le Gallerie d’Italia hanno stretto con l’Ermitage, uno dei più prestigiosi musei del mondo. In una piena condivisione di valori e obiettivi, la partnership tra le nostre istituzioni consentirà nei prossimi tre anni di realizzare insieme progetti espositivi e momenti di approfondimento e studio delle rispettive collezioni. Sono convinto che questa importante sinergia sarà fonte di arricchimento reciproco, uno straordinario veicolo di coesione, un’opportunità preziosa per far conoscere la storia, l’identità, il patrimonio culturale e i capolavori d’arte custoditi nei nostri Paesi”.

“Riteniamo bello questo accordo di collaborazione tra Ermitage e Intesa Sanpaolo – Gallerie d’Italia, sia in considerazione della grande mostra su Piero della Francesca che inaugureremo a dicembre, come grande omaggio all’arte italiana e al Rinascimento, sia per l’attività di valorizzazione dei patrimoni culturali che Intesa Sanpaolo persegue. In questo senso, sono stati e sono fondamentali per noi il ruolo e l’azione di Ermitage Italia che ha permesso di stringere sinergie culturali e scientifiche sempre più importanti tra il nostro museo e le istituzioni italiane, in funzione degli studi e della crescita delle conoscenze in questo campo”, ha dichiarato Michail Piotrovsky, Direttore Generale del Museo Statale Ermitage.

Leggi anche:

Pompei, a Stabiae una nuova campagna di scavi condotta dal Museo Ermitage

Salone di Ferrara, l’Hermitage e le tecniche di restauro

Rispondi