Lucia Borgonzoni sistema museale nazionaleSi è tenuto a Roma presso l’Aula Ottagona delle Terme di Diocleziano (all’interno del Museo nazionale Romano) il quarto incontro sul sistema museale italiano organizzato dal direttore della dg Musei del Mibac, Antonio Lampis. Presenti, tra gli altri, la sottosegretaria al Mibac, Lucia Borgonzoni, che prendendo la parola ha sottolineato come questo progetto “sia fantastico perché dimostra come l’Italia sappia fare rete, e quando fa rete tra soggetti diversi riesce a fare delle cose grandissime”. Il nostro paese, ha spiegato, “ha un patrimonio culturale immenso con cui nessuno può competere al mondo” e “anche gli italiani vogliono scoprire quelle che sono le nostre tradizioni e la nostra cultura”. 

Il grande ruolo che questa rete ha, quindi, “è di far conoscere queste realtà anche minori, che rappresentano un grande indotto per tutto il paese. Sono felicissima di essere qua e spero di poter dare una mano il più possibile anche al di fuori delle deleghe che mi hanno dato – anche se ho una delega importantissima come quella sui Centenari – nella promozione di ogni museo che c’è sul nostro territorio. Non dobbiamo più privarci di quanto di bello c’è a casa nostra”, ha concluso la sottosegretaria. 

A raccontare e condividere le proprie esperienze sono intervenuti: Francesco Sirano, Direttore del Parco archeologico di Ercolano, tra i più recenti parchi dotati di autonomia speciale del MiBACT; Daniele Ferrara, Direttore del Polo museale del Veneto, l’istituto del MiBACT che gestisce 20 luoghi della cultura; Paolo Galluzzi, Direttore del Museo Galileo di Firenze, presentato dall’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici.

Gli incontri sono l’occasione per promuovere al meglio l’immenso patrimonio culturale del nostro Paese, e l’avvio del Sistema museale nazionale, la più importante missione dei prossimi anni per mettere in sinergia tutti i musei italiani, in una rete neurale che dia impulso alla vita stessa degli istituti museali.

Rispondi