ArchitetturaPrendono il via i Premi “Architetto Italiano” e “Giovane talento dell’Architettura italiana” promossi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, con la rete degli Ordini territoriali, nell’ambito della Festa dell’Architetto 2018. Un momento di confronto e di riflessione, la Festa, sullo stato dell’architettura italiana istituito per dare visibilità e sostegno al principio del “progetto di qualità”, unico elemento di valore per gli interventi e le trasformazioni del territorio.

I Premi hanno infatti l’obiettivo di valorizzare quegli architetti che, con il loro lavoro, rappresentano un’eccellenza tecnica e professionale e che – attraverso un approccio etico e innovativo – hanno saputo raccogliere le sfide che l’architettura contemporanea impone oggi.

Possono parteciparvi professionisti singoli o associati che saranno valutati, per le opere completate dopo il 1° gennaio 2014, sulla base dell’apporto alla disciplina architettonica realizzato attraverso opere che abbiano contribuito a trasformare, promuovere, diffondere e salvaguardare la cultura, il territorio e l’innovazione architettonica.

Arricchite le categorie nelle quali sono articolati i Premi e che riguardano opere di nuova costruzione, opere di restauro o recupero, opere di allestimento o d’interni e opere su spazi aperti, infrastrutture, paesaggio e, da questa edizione, anche opere di design.

La giuria – che sarà presieduta da un architetto internazionale e composta dai vincitori dell’edizione 2017, da un rappresentante degli Ordini territoriali, da uno del mondo istituzionale / della critica architettonica/esperto di design e dal coordinatore del Dipartimento Cultura del Consiglio nazionale – conferirà una Menzione d’Onore alla migliore opera di ciascuna categoria; attribuirà il Premio “Architetto Italiano 2018” alla migliore tra le quattro Menzioni d’Onore; attribuirà il Premio “Giovane Talento dell’Architettura 2018” al giovane architetto italiano di età non superiore ai 35 anni, la cui opera risulterà meglio classificata tra quelle partecipanti al Premio “Architetto Italiano”.

Gli elaborati dovranno pervenire, usando esclusivamente la procedure elettronica, entro le ore 12 del prossimo 28 settembre. Le opere selezionate verranno pubblicate nello “Yearbook 3”, pubblicazione che sarà distribuita in Italia e all’estero come strumento di promozione della qualità progettuale degli architetti italiani in Italia e nel mondo.

La consegna dei Premi avverrà durante la Festa dell’Architetto 2018 che – dopo il successo dell’edizione del 2016 – si terrà il 16 novembre, a Venezia, in concomitanza con la chiusura della 16. Mostra di Architettura, presso Ca’ Giustinian sede della Biennale di Venezia.

Nella edizione 2017 il “Premio Architetto italiano” è stato assegnato allo studio “caravatti_caravatti architetti” di Emilio Caravatti, Matteo Caravatti, Chiara Gugliotta, Elena Verri; a Elisabetta Gabrielli il “Premio Giovane Talento dell’Architettura”.

Su https://www.concorsiawn.it/festadellarchitetto2018 tutte le informazioni e le modalità di partecipazione ai Premi.

Leggi anche:

Architetti, Congresso nazionale approva un Manifesto: “Si adotti un programma nazionale di rigenerazione urbana”

Architettura, Cappochin sottoscrive dichiarazione di Davos per una cultura della costruzione di qualità

Architetti, Bonisoli: disponibilità a ragionare su norma che può aiutare professione

Baratta (Biennale): non c’è cittadinanza senza architettura, promuovere un “riarmo” culturale

Architetti, Cappochin: Governo realizzi subito un ‘Piano d’Azione Nazionale per le città sostenibili’

 

Rispondi