spettacolo dal vivo concerto manovra“A costo di fare qualcosa di non ottimale, i soldi quest’anno saranno erogati. Il Fus non può permettersi un anno di inedia”. Così il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli, davanti alle Commissioni Cultura riunite di Camera e Senato.

Il Fondo unico per lo spettacolo “prevede 333 milioni di finanziamento, di cui 178 alle fondazioni liriche e 155 ai soggetti che hanno partecipato a vari bandi – spiega Bonisoli -. Beneficiari sono 850 soggetti. Abbiamo già parlato del problema di credibilità. E’ incontestabile che chi ha vinto e che chi non ha vinto ha più di un dubbio e questo non possiamo permettercelo. Il fatto che soggetti che vivevano di finanziamenti privati attingano dal Fus vuol dire che gli assicuriamo stabilità”, continua Bonisoli annunciando di “incontrare a breve il Movimento per lo spettacolo dal vivo e iniziare a entrare nel merito. Vanno ascoltati tutti soggetti coinvolti con estrema attenzione”.

RIVEDERE I CRITERI DI ASSEGNAZIONE

Per quanto riguarda la revisione dei criteri per l’assegnazione del Fus “è qualcosa che dobbiamo fare”, dice Bonisoli rispondendo alla senatrice M5S Michela Montevecchi. “Potrebbe essere un’iniziativa governativa, ma se dovesse essere un’iniziativa parlamentare siamo pronti a collaborare in tutte le forme possibili”.

Leggi anche:

Spettacolo dal vivo, alla Camera incontro per denunciare “gravi danni provocati dalle commissioni consultive” del FUS

Diritto d’autore, Bonisoli: al lavoro per superare il monopolio della Siae

Bonisoli: ripensare le domeniche gratuite, giovedì riunione con i direttori dei musei

Bonus cultura, Bonisoli: oggi in Cdm l’ok per il 2018, ma dal 2019 si cambia “in maniera pesante”

Cultura, Bonisoli: molto positivo lavorare con parlamentari che hanno passione

Mibac, Bonisoli: nel 2019 concorso per 2000 assunzioni

Rispondi