Ales museo giocattoloIl Comune di Ales (paese natale di Antonio Gramsci), in provincia di Oristano, ha indetto una gara a procedura aperta, aggiudicata tramite offerta economicamente più vantaggiosa, per l’affidamento della Gestione e della valorizzazione del museo del giocattolo ospitato nel Comune (centro abitato di Zappara). La durata del contratto è di un anno, dal 1 settembre 2018 al 31 agosto 2019. Le offerte e la documentazione, pena l’esclusione dalla gara, dovranno pervenire entro le ore 13,00 del 9 agosto 2018. Il valore dell’appalto è di 28mila euro.

OGGETTO DELL’APPALTO

La ditta aggiudicataria dovrà provvedere al servizio di custodia ed accoglienza al pubblico. Sulla base delle indicazioni dell’amministrazione comunale, avrà, inoltre, a proprio carico i compiti relativi alla elaborazione di progetti educativi, coordinare la loro realizzazione, individuare le modalità comunicative e di mediazione nonché utilizzare strumenti adeguati e funzionali per i diversi destinatari dell’azione educativa; alla cura dei rapporti con il mondo della scuola e con i soggetti che usufruiscono di servizi e di attività educative, con le università e gli istituti di ricerca preposti all’aggiornamento e alla formazione negli ambiti disciplinari di competenza.

L’organizzazione delle attività museali, in ogni caso, dovrà essere mirata a privilegiare il collegamento e la collaborazione con le istituzioni scolastiche e universitarie, al fine di incentivare la fruibilità della struttura da parte dei giovani delle scuole di ogni ordine e grado, ed ogni altra attività finalizzata alla valorizzazione, promozione e conseguente fruizione del museo.

L’appaltatore dovrà provvedere alla vendita dei biglietti d’ingresso al museo secondo il tariffario approvato dall’Amministrazione comunale, la quale avrà la facoltà di modificare, in qualsiasi momento il costo dei biglietti, nonché le riduzione e le agevolazioni. Le visite guidate (su prenotazione anche in lingua) saranno incluse nel prezzo del biglietto, salvo diversa indicazione della stazione appaltante.

IL MUSEO

Nato da un lavoro di ricerca delle scuole medie locali sui giocattoli della tradizione, il Museo espone i giocattoli che i genitori costruivano per i propri figli o che gli stessi ragazzi realizzavano utilizzando i materiali dell’ambiente circostante. È una raccolta ampiamente rappresentativa dell’intera regione, che ricostruisce fedelmente i giocattoli originali, esposti su supporti realizzati con canne ed altri materiali naturali ed organizzati per sezioni tematiche. Si trovano giocattoli che imitano armi, giocattoli che imitano mezzi di trasporto, bambole, giocattoli da usare in movimento, giocattoli che richiedono abilità nel lancio; giocattoli per la produzione di suoni e rumori; giocattoli utilizzati in particolari ricorrenze festive; trappole ed altri passatempi. Il percorso espositivo è supportato da brevi testi esplicativi, mentre un’area laboratorio consente la prova diretta dei giocattoli.

Approfondimenti:

Leggi la documentazione di gara

Rispondi