Camera deputati Bonisoli Cultura

La settimana che si apre lunedì 30 luglio vede al centro dei lavori delle Commissioni Cultura di Camera e Senato l’approdo a Palazzo Madama del Decreto Milleproroghe che contiene, venendo incontro ai rilievi espressi dal Consiglio di Stato, l’estensione ai nati nel 2018 del Bonus Cultura. Sempre a Palazzo Madama, a commissioni riunite, riprende l’audizione del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e del sottosegretario allo Sport Giancarlo Giorgetti. A Montecitorio, giovedì 2, spazio alle interrogazioni a risposta immediata di competenza del ministro dei Beni culturali.

CAMERA

La settimana delle commissioni Cultura di Camera e Senato riprenderà mercoledì 1 agosto con il seguito dell’audizione del ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, Marco Bussetti, sulle linee programmatiche del dicastero e con l’audizione del sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti sulle linee programmatiche del Governo in materia di sport. Entrambe le audizioni si svolgeranno a Palazzo Madama.

Giovedì 2 agosto la commissione Cultura di Montecitorio svolgerà dalle 13,30 una serie di interrogazioni su questioni di competenza del Ministero per i beni e le attività culturali.

A seguire, alle 14, riprenderà l’esame degli Atti europei relativi a “Una nuova agenda europea per la cultura”, il programma Europa creativa (2021-2027) e il programma “Erasmus” (leggi anche: Camera, Silvia Costa: Sulle risorse per la cultura si faccia una battaglia comune in Europa).

SENATO

Per quanto riguarda la 7a commissione di Palazzo Madama, martedì alle 14,30 (compatibilmente con i lavori dell’Aula) si riunirà in sede consultiva per la commissione Affari costituzionali per l’esame del decreto legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative (“Milleproroghe”).

In particolare, il comma 1 dell’articolo 7, venendo incontro ai rilievi espressi dal Consiglio di Stato, estende anche ai soggetti che compiono diciotto anni nel 2018 l’assegnazione della Carta elettronica per i giovani introdotta dalla legge di stabilità 2016. (leggi anche: Governo, da Cdm via libera a proroga per il 2018 del bonus cultura)

Il Decreto approvato dal Consiglio dei Ministri (all’Articolo 6, comma 2) prevede anche, in attesa dell’entrata in vigore del Regolamento sul reclutamento del personale docente AFAM, l’estensione all’anno accademico 2018-2019 della possibilità di attingere alle graduatorie nazionali ad esaurimento, per l’attribuzione degli incarichi di insegnamento a tempo indeterminato e determinato nelle istituzioni AFAM. Il Milleproroghe interviene sull’articolo 19, comma 1, D.L. 104/2013, che prevedeva che al fine di garantire il regolare avvio dell’anno accademico 2013-2014, aveva trasformato le graduatorie nazionali – destinate all’attribuzione degli incarichi di insegnamento a tempo determinato – in graduatorie ad esaurimento, al contempo estendendo il loro utilizzo anche all’attribuzione degli incarichi di insegnamento con contratto a tempo indeterminato. Nelle graduatorie suddette sono stati inseriti i docenti precari con un servizio di 360 giorni nelle istituzioni AFAM, previa valutazione dei titoli artistico-professionali e culturali.

Rispondi