cinematografia cinema

La Direzione Generale Cinema del Mibac ha pubblicato l’elenco di 43 progetti di produzione che riceveranno un contributo totale di 11 milioni e 825 mila euro. Si tratta di progetti che rientrano nella II sessione 2017 del bando per la concessione di contributi selettivi per la scrittura, lo sviluppo e la pre-produzione, la produzione, la distribuzione nazionale ed internazionale di opere cinematografiche e audiovisive. Il bando è stato attivato lo scorso anno sulla base delle disposizioni della Legge Cinema (Legge n. 220/2016).

L’elenco fornito riporta le specifiche di ogni progetto e il relativo contributo. I progetti sono stati divisi in cinque categorie, definite nel dettaglio dal bando. Si tratta di produzione di opere cinematografiche di lungometraggio di giovani autori, di lungometraggio prime e seconde, di documentari e cortometraggi cinematografici, televisivi e web. Infine, le ultime due categorie fanno riferimento alla produzione di opere d’animazione cinematografiche, televisive e web e di opere cinematografiche di lungometraggio di particolare qualità artistica e di film difficili con risorse finanziarie modeste di lungometraggio.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione dello scorso 27 luglio, sarà pubblicato il decreto che approva la graduatoria completa, con i punteggi attribuiti ai singoli progetti. Nella definizione dei contributi, si sono utilizzate anche le risorse non allocate sulle altre linee di intervento, “quando il contributo assegnato ai progetti finanziati non ha esaurito le risorse disponibili”.

OPERE CINEMATOGRAFICHE DI LUNGOMETRAGGIO DI GIOVANI AUTORI

I progetti per questa categoria corrispondono al numero massimo finanziabile e sono 8. L’importo finanziato è di 1 milione e 970 mila euro a fronte dei 2 milioni e 880 mila previsti dal bando.

Gli otto progetti sono le produzione italiana “Storia di B. La scomparsa di mia madre” di Beniamino Barrese (80 mila euro), “Europa” di Haider Rashid (230 mila euro), “Generazione NEET (La banda della Marana)” di Andrea Biglione (360 mila euro), “Metti la nonna in freezer” di Giuseppe Gennaro Stati e Fontana Giancarlo (300 mila euro), “Parià” di Roberto Avolio (300 mila euro) e “Tutte le mie notti” di Manfredi Lucibello (200 mila euro). Finaliste anche la coproduzione italo ungherese “7 giorni mia” di Andrea Zuliani (200 mila euro) e la coproduzione italo argentina “Nest” di Mattia Temponi (300 mila euro).

OPERE CINEMATOGRAFICHE DI LUNGOMETRAGGIO PRIME E SECONDE

I progetti finanziati sono cinque per 1 milione e 750 mila euro a fronte del milione e 920 mila euro inizialmente previsto. I cinque progetti sono produzioni italiane ad eccezioni di “Sotto la città” di Alessandro Giglio (300 mila euro), coproduzione italo spagnola. Gli altri progetti selezionati: “Derabbit” di Mario Meconi (250 mila euro), “Maledetta Primavera” di Elisa Amoruso (350 mila euro), “Nevia” di Nunzia De Stefano (350 mila euro) e “Palloncini” di Laura Chiossone (500 mila euro).

DOCUMENTARI E CORTOMETRAGGI CINEMATOGRAFICI, TELEVISIVI E WEB

In questa sezione, si aggiudicano i contributi previsti 15 progetti. Il totale corrisposto è 965 mila euro, cinque mila in più rispetto a quanto previsto dal bando.

Riceveranno il contributo le produzioni italiane “Alida” di Domenico Verdesca (90 mila euro), “Diorama” di Camilla Carè (30 mila euro), “Diva!” di Francesco Patierno (135 mila euro), “Eravamo scugnizzi” di Claudio Famiglietti (40 mila euro), “Il fronte interno” di Paolo Piacenza (40 mila euro). Inoltre, “Joe Lovano plays John Coltrane” di Franco Maresco (50 mila euro), “La legge del terremoto (Titolo provvisorio)” di Alessandro Preziosi (70 mila euro), “La morte legale: Giuliano Montaldo racconta la genesi del film Sacco e Vanzetti” di Silvia Giulietti e Giotto Barbieri (50 mila euro), “La rinascita di Goethe in Sicilia” di Peter Stein (70 mila euro), “L’urlo” di Marco Bellocchio (130 mila euro), “Ma l’amore c’entra?” di Elisabetta Lodoli (30 mila euro), “V.G. mai impallato Vittorio Gassman dentro e fuori” di Fabrizio Corallo (60 mila euro), “Voglia di perdere. Cinema e vita di Claudio Caligari” di Simone Isola e Fausto Trombetta (50 mila euro) e “Volevo fare l’attore” di Adelmo Togliani e Daniele Laurente Di Biasio (35 mila euro).

A questi progetti si aggiunge la coproduzione italo canadese “Nel nome di Gerry Conlon” di Lorenzo Moscia (85 mila euro).

OPERE D’ANIMAZIONE CINEMATOGRAFICHE, TELEVISIVE E WEB

In questa categoria, accedono ai contributi selettivi 5 progetti. Essi riceveranno complessivamente 1 milione e 790 mila euro, a fronte di 1 milione e 280 mila euro previsti dal bando. I progetti sono “Ishmael” di Alessio Perisano (60 mila euro), “Lampadino e Caramella nel magiregno degli zampa” di Raffaele Bortone (630 mila euro), “Questi pazzi fantasmi di Davide Tromba (200 mila euro) e “Zonks – The web series” di Stefania Raimondi (100 mila euro). Si tratta di produzioni italiane a cui si aggiunge la coproduzione italo canadese “Nefertina sul Nilo” di Maurizio Forestieri (800 mila euro).

LUNGOMETRAGGI DI PARTICOLARE QUALITÀ ARTISTICA E FILM DIFFICILI CON RISORSE MODESTE

Per questa categoria sono stati finanziati il numero massimo di progetti finanziabili, dieci. Il totale dei finanziamenti è pari a 5 milioni e 350 mila euro a fronte degli iniziali 4 milioni e 800 mila euro. Finanziate le produzioni italiane “Achille Tarallo” di Antonio Capuano (400 mila euro), “Antica domina di Via dell’abbondanza” di Giuseppe Gaudino (700.000 €), “Calibro 9” di Antonio D’Angelo (700.000€), “Gli anni amari” di Claudio Famiglietti (150.000 €), “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis (600 mila euro) e “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti (700.000 €).

Saranno finanziati anche “L’uomo senza gravità” di Marco Bonfanti, una coproduzione italo belga francese (450 mila euro) e “Martin Eden” di Pietro Marcelli, coproduzione italo franco tedesca (750 mila euro). “Mio figlio Mohammed” di Goran Paskalievic riceve 450 mila euro ed è una produzione di imprese di origine italiana, serba, francese e macedone. Infine, “Spaccapietre” di Massimiliano De Serio e Gianluca De Serio, coproduzione italo francese, riceve 450 mila euro.

Approfondimenti:

Avviso della DG Cinema relativo alla graduatoria

Leggi anche:

Cinema, Mibact: pubblicato l’elenco dei contributi selettivi per il 2017

Rispondi