domenicalmuseoL’organizzazione giovanile del Pd, Giovani Democratici, di Roma ha lanciato una campagna di raccolta firme su Change.org per chiedere al Ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli di fare marcia indietro rispetto all’intenzione, annunciata a Napoli martedì 31 luglio, di voler abolire l’iniziativa delle domeniche gratuite nei musei statali (voluta dal predecessore Franceschini nel 2014) affidando contestualmente ai direttori dei luoghi della cultura un pacchetto analogo (o superiore) di giornate gratuite da gestire in modo autonomo.

Enrico Pagano, presidente dei Giovani democratici della Capitale, nel pubblicare la raccolta firme scrive: “C’è chi in Italia crede veramente nella cultura. Per permettere veramente a tutti di poter accedere ad essa è fondamentale che iniziative come le ‘Domeniche gratis al museo’ non vengano abolite, perché permettono a persone di tutte le età e di tutte le tasche di poter visitare i grandi poli culturali del nostro Paese, una volta al mese, in maniera del tutto gratuita. Affinché queste iniziative non vengano cancellate è sacrosanto che noi cittadini chiediamo al Ministro Bonisoli di non chiudere il programma a Settembre come già annunciato”. La raccolta firme in 24 ore ha superato le seimila firme.

Leggi anche:

Domeniche gratuite, Barbera (Ostia antica): non tutti i luoghi della cultura sono uguali

Domeniche gratuite, Federculture: diversificare tra grandi attrattori e altri musei

Musei, Bonisoli spegne le polemiche: gratuità non solo resterà ma sarà aumentata

Bonisoli: gratuità potrebbe aumentare, i giorni li scelgono i direttori dei musei

Domeniche gratuite, critiche dal Nazareno: non abolirle, avvicinare alla cultura è virtuoso

Domeniche gratuite, Franceschini: Chiedo a Bonisoli di ripensarci

Domeniche gratuite musei, da settembre maggiore autonomia per i direttori

Rispondi