Dall’1 al 9 settembre, a Città di Castello (PG), nell’ambito della 18° edizione della Mostra del libro antico e della stampa antica, nella sala dei Fasti di Palazzo Vitelli Sant’Egidio, la casa editrice Nova Charta, con sedi a Padova e Venezia, presenterà la prima esposizione italiana di edizioni facsimilari da collezione, “Tesori in Facsimile – pagine miniate, testimonianze di cultura”, a cura di Vittoria de Buzzaccarini, editore, e di Giovanni Saccani, direttore della Biblioteca Reale di Torino. Un’occasione unica per comprendere, accompagnati da esperti del settore, come il facsimile riproduca fedelmente la fattura delle opere originali, rendendoli prodotti “vivi” laddove altre metodologie e tecnologie non riescono a farlo (ad es: microfilm, copie anastatiche o scansioni digitali).

Un inedito percorso culturale di edizioni facsimilari di grande valore storico, culturale ed estetico, come Les Très Riches Heures du Duc de Berry, Il Breviario Grimani, L’Offiziolo Alfonsino, El Decameron di Boccaccio, La Cosmografia di Tolomeo, il Codex Purpureus, e, fuori catalogo, il facsimile del Codice 338, il più importante documento dell’antica biblioteca medievale del Sacro Convento di San Francesco in Assisi, contenente le più antiche fonti francescane e la stesura originale del Cantico delle Creature, a cura della Fondazione Sorella Natura di Assisi. Ventitré le opere in esposizione (in calce l’elenco completo), di vari formati e provenienti da alcune collezioni private e dal fondo facsimili della Biblioteca Statale di Cremona.

La Mostra “Tesori in facsimile” nasce nell’ambito del “Progetto Salviamo un Codice”, attraverso il quale la casa editrice Nova Charta tramanda dal 2007 i valori dello studio e della lettura di opere antiche che altrimenti rimarrebbero confinate nei caveaux delle biblioteche.

L’inaugurazione avverrà sabato 1 settembre alle 11, mentre domenica 2 settembre alla stessa ora, si terrà l’incontro-seminario dedicato alle edizioni in facsimile, al quale parteciperanno Vittoria de Buzzaccarini editore, Luciano Bacchetta Sindaco di Città di Castello, Giancarlo Mezzetti coordinatore della “Mostra del Libro Antico e della Stampa Antica”, Giovanni Saccani direttore della Biblioteca Reale di Torino, Leonardo Granata Università degli Studi di Padova, Raffaella Barbierato responsabile dei fondi antichi e dei manoscritti della Biblioteca Statale di Cremona, Antonietta De Felice Vicedirettore della Biblioteca Reale di Torino.

Rispondi