Bonisoli Musei FB“Occorre maggiore libertà per stabilire le #GiornateGratisNeiMusei. Giornate gratuite che noi non solo intendiamo mantenere, ma aumentare, modulandole però, con intelligenza, a seconda del sito, del flusso turistico e del periodo dell’anno, con particolare attenzione alle persone che non possono permettersi di andare al museo”. Lo scrive su Facebook il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli tornando sul tema delle domeniche gratuite nei musei statali italiani che, prima dell’estate, aveva scatenato molte polemiche politiche. A cominciare dall’ex ministro Dario Franceschini che aveva rivendicato il successo dell’iniziativa. Il ministro ha incontrato, per la seconda volta, i direttori dei musei statali per riprendere il confronto sul tema iniziato il mese scorso.

L’INCONTRO COI DIRETTORI DEI MUSEI

Secondo Bonisoli, invece, “il sistema dell’obbligatorietà delle prime domeniche del mese non funziona e va superato, anche perché non tutti i siti sono uguali. A dirlo, sia a me personalmente, che tramite gli organi di stampa, sono gli stessi direttori dei musei. Per questo motivo oggi ho voluto incontrarli e ascoltarli, alla presenza del segretario generale e dei direttori generali, per costruire con loro una strategia più efficiente”.

In tutte le prime domeniche gratuite, spiega ancora Bonisoli nel suo post su Facebook, “oltre il 40% di cittadini e turisti sono entrati nei primi dieci musei e siti archeologici italiani, con problemi di ordine pubblico, sicurezza e fruibilità dei monumenti. Tra questi il #Colosseo, #Pompei e gli #Uffizi. In oltre 160 altri musei e siti archeologici aperti, invece, sono entrate meno di 100 persone. È anche questo il patrimonio straordinario che va promosso e fatto conoscere a italiani e turisti, non solo i grandi musei che, invece, vanno resi accessibili ai cittadini in momenti in cui possono realmente goderne”.

Infine, il ministro conclude: “Va superato il sistema attuale che non funziona. Lo faremo non solo mantenendo le giornate gratuite, ma aumentandole e adattandole alle caratteristiche tipiche dei vari territori nei quali si trovano i musei, i siti e le aree archeologiche”.

Leggi anche:

Domeniche gratuite, Bonisoli: clima polemico ma non cambio idea, il sistema sarà cambiato

Domeniche gratuite, Nizzo (Villa Giulia): non disperdere enorme capitale anche a livello di comunicazione

Domeniche gratuite, Barbera (Ostia antica): non tutti i luoghi della cultura sono uguali

Domeniche gratuite: Casini difende l’iniziativa e non chiude a modifiche in futuro, citando la Francia

Domeniche gratuite, Federculture: diversificare tra grandi attrattori e altri musei

Musei, Bonisoli spegne le polemiche: gratuità non solo resterà ma sarà aumentata

Bonisoli: gratuità potrebbe aumentare, i giorni li scelgono i direttori dei musei

Domeniche gratuite, critiche dal Nazareno: non abolirle, avvicinare alla cultura è virtuoso

Domeniche gratuite, Franceschini: Chiedo a Bonisoli di ripensarci

Domeniche gratuite musei, da settembre maggiore autonomia per i direttori

Rispondi