Nel primo pomeriggio di giovedì è crollato il tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano, sita al Clivio Argentario. La chiesa del XVI secolo insiste su un’importante area archeologica e sul Carcere Mamertino. Il crollo, si legge in una nota diffusa dall’Ufficio tecnico del Vicariato, “è avvenuto improvvisamente e in modo del tutto imprevedibile, senza alcun segno premonitore. L’Ufficio tecnico del Vicariato in collaborazione con tutte le autorità competenti si è subito attivato per le urgenti opere di messa in sicurezza, in particolare delle importanti opere d’arte conservate all’interno, in corso di recupero da parte dei Vigili del Fuoco, alla presenza di funzionari della Soprintendenza e dei Carabinieri del Nucleo tutela dei Beni Culturali”.

“Nei prossimi giorni verranno attivate tutte le procedure per i rilievi dell’edificio e gli accertamenti sulle cause che hanno provocato il crollo, cui seguirà l’elaborazione delle ipotesi progettuali per il ripristino della copertura crollata.

Leggi anche:

San Giuseppe dei Falegnami: “crollo inaspettato”, interamente perso soffitto ligneo

Crollo del tetto di San Giuseppe dei Falegnami, attivata tutta la struttura del Mibac

Rispondi