Gallipoli“Gallipoli è un luogo che fa notizia nel bene e nel male e non solo per il Salento e la Puglia: fa notizia in Italia. Questo è il risultato della capacità di tanti imprenditori che hanno saputo promuovere il territorio e lo hanno fatto anche quando non c’era una vera programmazione turistica e culturale.” Lo ha detto l’assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, intervenendo a Gallipoli all‘incontro sul tema “Riflessioni sul passato e prospettive sul futuro di Gallipoli, città turistica”, con il Sindaco Stefano Minerva, l’amministrazione, operatori turistici e cittadini.

“Sono i territori che scelgono i propri turisti e Gallipoli ha scelto per anni il turismo giovanile, perché gli imprenditori hanno lavorato, si sono concentrati su quel target. Oggi dobbiamo chiederci cosa possiamo fare. Qual è il target sul quale, insieme, dobbiamo lavorare? Non vogliamo rinunciare al turismo giovanile, saremmo folli, la città ha questo brand, ma non può darlo per scontato. E questo perché i turisti valutano le destinazioni momento per momento, le mode cambiano repentinamente. Quindi bisogna stare al passo. E se poi chiudono le strutture che hanno proposto quel turismo come facciamo a recuperare? Dobbiamo interrogarci tutti quanti insieme. Quali sono le regole? Come ce le diamo? Se ci sono una serie di interventi della magistratura su alcune strutture noi dobbiamo rispondere con le regole, con regole certe”.

Per tutto questo, però – prosegue l’assessore Capone -, “non basta il lavoro solo del sindaco o solo della regione. C’è bisogno della collaborazione di tutti. Il primo passo da compiere è certamente quello di fare un piano del turismo della città per proporre un’offerta competitiva. Per fare questo bisogna partire dalle piccole cose per arrivare alle più grandi: dalla pulizia delle strade, alle aperture degli esercizi commerciali, ai trasporti interni locali, alla promozione del patrimonio. Dobbiamo sentirci tutti coinvolti. La Regione, con Pugliapromozione, sarà al fianco del Comune e di tutta la sua comunità se l’obiettivo è quello di puntare sull’accoglienza e sulla qualità. Gallipoli è bellissima, non è solo mare ma anche natura, paesaggio, centro storico. Di tutto questo dovrà tenere conto il piano della città”.

Rispondi