Toscana arte risveglia anima al SenatoL’arte risveglia l’anima’, in autunno un ciclo di incontri di formazione per educatori museali e educatori specializzati nell’autismo che operano in Toscana, interessati a sviluppare progetti accessibili alle persone con disturbi dello spettro autistico nei musei. L’Arte risveglia l’anima è un progetto internazionale di inclusione culturale e sociale elaborato e promosso dall’Associazione Autismo Firenze, l’Associazione culturale L’immaginario e l’Associazione Amici del Museo Ermitage (Italia) con l’obiettivo di contribuire a sensibilizzare la società e a modificare l’atteggiamento nei confronti delle persone con disturbi dello spettro autistico, valorizzandone le potenzialità creative. I corsi prenderanno il via il 12 e 13 ottobre (come da calendario sul sito dell’iniziativa) ma per iscriversi c’è tempo solo fino al 17 settembre.

IL CORSO

“Come sempre – spiegano gli organizzatori – il corso è finalizzato a condividere esperienze e sviluppare le competenze necessarie per la creazione di nuovi programmi museali accessibili alle persone con disturbi dello spettro autistico. Più in generale sarà importante che i partecipanti escano da questa esperienza con maggiore consapevolezza sull’enorme contributo che i musei possono apportare all’inclusione culturale e sociale delle persone con disturbi dello spettro autistico; con una totale autonomia nell’elaborazione di attività a loro destinate, e con una più spiccata capacità di valorizzare le potenzialità delle – citando Silberman – ‘neurotribù’, degne come altre di considerazione oltre che di un posto nella società. La bella novità è che la sessione mattutina del primo giorno di corso è aperta anche ai direttori di musei e ai responsabili dei dipartimenti o servizi educativi, naturalmente previa prenotazione”.

Il corso si articola in 29 ore complessive e prevede presentazioni, workshop, osservazioni, progettazioni. Per ovvi motivi sarà data priorità alle domande pervenute per prime, ma si terrà conto anche dei Musei che già dispongono di risorse umane organizzate per l’accessibilità delle persone con disabilità intellettivo-relazionali e a quelli che già operano con associazioni del territorio dedicate all’autismo.

Approfondimenti:

Leggi di più sull’iniziativa

Rispondi