Palazzo Chigi mibact governo BolzanoIl Consiglio dei ministri su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie, esaminando 28 leggi delle Regioni e delle Province autonome, ha deliberato di non impugnare la legge territorio e paesaggio della Provincia di Bolzano approvata nel giugno scorso dal Consiglio provinciale e pubblicata a luglio sul Bollettino ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige. L’entrata in vigore della legge è prevista per il 1° gennaio 2020.

Sviluppo sostenibile, riduzione del consumo di suolo e della dispersione edilizia grazie all’utilizzo più efficiente delle cubature esistenti, abitazioni a prezzi accessibili grazie a sistema di prezzi calmierato determinato dai Comuni, procedure più semplici e vicine ai cittadini, ruolo più attivo e di pianificazione dei Comuni nell’impostazione dello sviluppo urbanistico e nel limitare la percentuale di seconde case favorendo la popolazione locale. Questi i capisaldi della nuova legge approvata verso la fine della legislatura dopo un lungo processo partecipativo. La nuova legge rappresenta il filo conduttore per garantire uno sviluppo sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale dell’Alto Adige. Ai Comuni vengono attribuite molte competenze e molta responsabilità.

I lavori per la predisposizione delle norme attuative della legge sono già in corso. Sono 26 i regolamenti di attuazione necessari per l’applicazione della legge. Assieme al Consorzio dei Comuni è già stato disposto un ampio programma formativo per fornire ai dirigenti e ai dipendenti le informazioni necessarie per operare con la nuova legge.

Rispondi