mibact collegio romano cultura comitato bcg

Il Mibact ha rimodulato i limiti di spesa riguardanti le spese per autovetture. Il decreto 30 marzo 2018 aveva definito un limite di spesa pari a 190 mila euro. Questo limite verrà rispettato. Il decreto di rimodulazione riduce, però, l’importo assegnato ai Segretari regionali – in particolare quello per la Toscana e quello per il Lazio – per una cifra pari a 10 milioni di euro. La stessa cifra viene dirottata aumentando l’importo limite assegnato agli Uffici di diretta collaborazione del Ministro.

La decisione tiene conto di una nota, datata 26 giugno 2018, della Direzione generale Organizzazione del Mibac. In essa, si era espressa l’esigenza di spesa per l’assegnazione in uso esclusivo di un’autovettura a favore del Ministro.

IL DECRETO DI CONTENIMENTO

Il decreto di contenimento del 30 marzo 2018 era stato adottato nel rispetto delle norme per la riduzione del costo degli apparati amministrativi, fissate dal decreto legge 78/2010. A decorrere dall’anno 2011, infatti, le amministrazioni pubbliche individuate dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) devono attenersi alle percentuali di spesa fissate facendo riferimento ai costi sostenuti per le singole voci nel 2009.

Il limite definito con decreto del 30 marzo 2018 è stato fissato nel rispetto del non superamento del 30% della spesa sostenuta nell’anno 2011.

Approfondimenti:

Decreto di rimodulazione del limite di spesa per autovetture

Leggi anche:

Mibact, fissati i limiti di spesa per autovetture, formazione e consulenze

Rispondi