“Domani a Strasburgo sarà la guerra tra i soldi e la cultura. Speriamo che vinca la cultura” ha dichiarato il Maestro Mogol, da ieri Presidente della Società Italiana degli Autori ed Editori, alla vigilia del voto sulla riforma del copyright al Parlamento Europeo.

“La partita resta più che mai aperta. Lo status quo andrebbe a beneficio di una sola categoria: i giganti del web, che continuerebbero a lucrare su autori e creatori senza riconoscere loro il giusto compenso”.

“L’esito peggiore sarebbe un voto negativo che bloccasse il mandato del Parlamento a negoziare con Commissione e Consiglio il testo finale e, quindi, decreterebbe di fatto la morte della riforma, dato che non ci sarebbero più i tempi tecnici per adottarla entro la fine del mandato di questo Europarlamento.

Rispondi