Panebianco Mibac“E’ stato fatto un buon lavoro dal ministero, abbiamo coinvolto delle componenti universitarie importanti. Ora c’è la scadenza del 14 dicembre che è significativa. La finalità della giornata di oggi è quella di accompagnare le candidature italiane ad avere il riconoscimento del marchio. Mi auguro che ci sia una risposta importante e che le candidature del nostro Paese siano solide, forti e apprezzate”. Lo ha detto ad AgCult il segretario generale del Mibac, Giovanni Panebianco, a margine della “Giornata nazionale informativa sull’azione Ue marchio del patrimonio europeo” che si è tenuta nella sala Spadolini del ministero per i Beni e le attività culturali.

Il marchio viene assegnato a siti che abbiano apportato un contributo rilevante alla storia e alla cultura europee, nonché in grado di contribuire alla creazione di reti fra i vari siti, finalizzate allo scambio di esperienze e buone pratiche. Nel corso della giornata sono state illustrate le modalità e le procedure per la candidatura dei potenziali siti alla prossima scadenza nazionale fissata per il 14 dicembre.

“La tutela dei beni materiali è fondamentale, ma è altrettanto significativo puntare anche sul tema dell’immaterialità”, sottolinea Panebianco che aggiunge: “E’ importante il valore dell’essere in rete, di favorire il network, cioè di fare squadra. Il grande valore aggiunto della circolazione delle informazioni, dell’interscambio informativo, del conoscere le migliori pratiche che sono disponibili su un determinato settore, aiuta i singoli e di conseguenza tutta la comunità che va in questa direzione”.

Leggi anche:

Mibac, Giovanni Panebianco è il nuovo Segretario Generale

Rispondi