Taranto Mas WeekRibaltare la narrazione della crisi dell’edilizia e provare a dare una testimonianza concreta di una trasformazione strutturale in atto del settore, sempre meno incentrato sul nuovo e sempre più proiettato sui nuovi mercati del recupero e della riqualificazione. Questo il tema del talk organizzato da ANCE Taranto che si è tenuto nell’ambito della MAS WEEk 2018. Sono intervenuti per ANCE Taranto il Presidente Arch. Paolo Campagna, il funzionario responsabile Pasquale Di Ponzio ed il consulente tecnico Arch. Mario Romandini ed ha concluso i lavori l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Taranto Arch. Ubaldo Occhinegro.

Al declino, ormai strutturale, degli investimenti in nuova edilizia si contrappone ormai la crescita sostenuta delle attività di manutenzione, recupero e riqualificazione anche energetica del patrimonio edilizio esistente, per un trend ormai irreversibile e che porterà sempre più le imprese a misurarsi con il cambiamento dei propri modelli di business. Per rilanciare il riuso e la rigenerazione – in un contesto nel quale si affermano nuovi valori e nuove parole chiave quali contenimento del consumo di suolo, sostenibilità e green building, qualità, efficientamento energetico – occorre però affrontare le tante criticità che ancora impediscono l’attuazione di consistenti processi di rigenerazione in grado di superare la scala della singola unità immobiliare ed rilanciare quella qualità urbana di cui le nostre città hanno bisogno.

C’è una stratificazione normativa da superare con nuove semplificazioni, vi sono leve fiscali ed urbanistiche da attivare sapientemente, anche a livello territoriale, per creare quelle convenienze in grado di sostenere le imprese nella complessa opera di montaggio ed attuazione degli interventi di rigenerazione del costruito.

Taranto, con la sua città storica e le sue periferie da risanare, si presenta come importante occasione per sperimentare iniziative ed interventi di recupero e rigenerazione nel segno di una rinnovata collaborazione tra amministrazione ed imprese. A partire proprio dalla Città Vecchia, in cui all’azione pubblica messa in campo dall’Amministrazione comunale con il piano degli interventi del CIS e gli altri interventi programmati, occorre agganciare il protagonismo dal basso delle imprese chiamate a cimentarsi, con ANCE in prima fila, in questa importante sfida per Taranto.

Rispondi