Ministro BonisoliIl ministero dei Beni culturali ha inoltrato al ministero della Funzione pubblica la richiesta di bandire un concorso per l’assunzione di 4377 unità, di cui 2943 di area seconda e 1434 di area terza. Lo ha dichiarato il ministro Alberto Bonisoli rispondendo al Question Time in Senato a un’interrogazione di Margherita Corrado (M5S). Nella sua interrogazione, la senatrice pentastellata ha chiesto al titolare del Collegio Romano quali azioni intenda adottare “per risolvere l’annoso problema della carenza di organico relativa al Ministero per i beni e le attività culturali e ai suoi organi periferici”.

“Il processo di riorganizzazione del ministero – ha ricordato Bonisoli – ha comportato l’adozione di misure di ristrutturazione e razionalizzazione organizzativa che però non hanno portato gli effetti sperati a causa della grave mancanza di personale. Purtroppo questa situazione non è stata risolta, se non in minima parte, dalle assunzioni effettuate negli ultimi in anni con concorso per personale non dirigenziale autorizzato in deroga al blocco del turn over in occasione di eventi straordinari come il sisma”.

“Oggi, il ministero registra un deficit rispetto all’attuale pianta organica di 3260 unità – siamo circa 16mila – di cui 23 dirigenti. Questa carenza rischia di aggravarsi nei prossimi anni, a causa dei pensionamenti: il deficit salirà nel triennio 2019-2021 a 4431 unità, di cui 39 dirigenti, e nel triennio 2022-2024 crescerà ulteriormente per arrivare a 7893 unità di cui 66 dirigenti”.

“Il ministero ha messo in atto in primo luogo alcune misure urgenti immediate volte al reclutamento di personale dirigenziale: nel mese di luglio abbiamo chiesto al ministero della Funzione pubblica l’autorizzazione a bandire un concorso per l’assunzione di 5 dirigenti architetti e 4 archeologici: in agosto abbiamo chiesto autorizzazione ulteriormente per 17 dirigenti tecnici (archivisti e amministrativi) e altri 9 storici dell’arte con scorrimento della graduatoria; nella stessa ottica sempre a luglio abbiamo sottoscritto con le organizzazioni sindacali un accordo per un concorso interno per il passaggio di aree del personale di servizio; infine stiamo collaborando con il ministero della Funzione pubblica per un piano straordinario volto al reclutamento del personale dirigenziale e non”.

“In particolare, nell’ambito della programmazione triennale di fabbisogno, abbiamo inoltrato al ministero della Funzione pubblica la richiesta di bandire un concorso per l’assunzione di 4377 unità, di cui 2943 di area seconda e 1434 di area terza. Abbiamo inoltre l’intenzione di assumere 39 dirigenti, mediante scorrimento delle graduatorie, in modo da coprire interamente il fabbisogno dirigenziale”, ha concluso Bonisoli.

Leggi anche:

Mibac, Rampi (Pd): Su assunzioni dichiarazioni Bonisoli vaghe

Mibac, Montevecchi (M5S): Bene azione Bonisoli su carenze organico

One Comment

  1. Ci vorrebbe un concorso che però contempli anche noi dipendenti Ales che in questi anni abbiamo dovuto sopperire alle molte emergenze della pubblica amministrazione, restando però precari e dimenticati

Rispondi