michela montevecchi elezioni“Apprezzo l’azione del ministro Bonisoli nel cercare di colmare le carenze di organico del dicastero che impediscono al Mibac di avere a disposizione tutte le figure di cui c’è bisogno. In particolar modo penso alla mancanza di forze nelle sovraintendenze che ostacola una corretta funzione di tutela del territorio”. Lo dichiara ad AgCult la senatrice Michela Montevecchi (M5S), vicepresidente della commissione Cultura di Palazzo Madama, a margine del question time in Senato che ha visto il ministro per i Beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, rispondere a un’interrogazione riguardo le azioni da adottare per risolvere il problema della carenza di organico del Mibac e dei suoi organi periferici.

“La grande novità di Bonisoli è la sua umiltà e la capacità di ascolto, fattori ai quali nella scorsa legislatura non eravamo abituati – prosegue Montevecchi -. Questo è l’approccio migliore per comprendere a fondo i problemi, ascoltare le proposte e trovare la quadra. Tutto un altro passo rispetto alla precedente gestione del ministro Franceschini”.

Leggi anche:

Mibac, Bonisoli: inoltrata richiesta per bandire un concorso per l’assunzione di 4377 unità

Rispondi