Marco Maria Tosolini, della Regione Friuli Venezia Giulia, sarà il nuovo componente del Comitato di Gestione dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi (ICBSA). La designazione è stata acquisita dalla Conferenza Stato-Regioni nel corso della riunione del 13 settembre.

Il Comitato dell’Istituto è composto, infatti, da un componente designato dalla Conferenza scelto tra professori universitari, o altre categorie di esperti nella materia di competenza dell’ICBSA. Gli altri componenti del Comitato sono il Direttore dell’Istituto che lo presiede, un funzionario preposto all’ufficio di contabilità e bilancio, un funzionario tecnico-scientifico e un componente designato dal Direttore generale Biblioteche e Istituti culturali del Ministero dei Beni culturali.

L’ISTITUTO CENTRALE PER I BENI SONORI E AUDIOVISIVI

L’ICBSA è l’istituto subentrato alla Discoteca di Stato a partire dal 2007, anno di istituzione. Della Discoteca di Stato ha acquisito “le competenze, il personale, le risorse finanziarie e strumentali, le attrezzature e il materiale tecnico e documentario”. L’ICBSA ha il compito di documentare, valorizzare e conservare il patrimonio sonoro e audiovisivo nazionale. Implementa il deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all’uso pubblico.

L’ICBSA formula anche standard e linee guida in materia di conservazione e gestione dei beni sonori ed audiovisivi, promuovendo, anche in collaborazione con altre istituzioni nazionali e internazionali, attività formative e approfondimenti tecnico-scientifici negli ambiti di competenza.

All’interno dell’Istituto opera il Comitato di Gestione, nominato dal Direttore Generale Biblioteche e Istituti Culturali.
Il Comitato di gestione partecipa all’elaborazione dell’attività di programmazione e svolge funzioni di verifica sull’attuazione del programma, in coerenza con le direttive generali del Ministero e con altri atti di indirizzo.

Approfondimenti:

Designazione del componente dell’ICBSA

Rispondi