Sono sette gli incarichi oggetto della selezione comparativa promossa dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD). Gli incarichi sono finalizzati allo svolgimento di attività inerenti i fondi fotografici del Gabinetto Fotografico Nazionale dell’Istituto. Per partecipare alla selezione, gli interessati avranno tempo fino alle ore 18 del 5 ottobre 2018.

L’avviso di selezione è stato pubblicato lo scorso 18 settembre sul sito del Mibac e contiene le specifiche dei sette profili da selezionare. Nell’allegato all’avviso, infatti, gli incarichi sono descritti indicandone la durata, il corrispettivo economico e gli obiettivi prefissati. Tutti gli atti e i comunicati relativi alla procedura sono pubblicati anche sul sito istituzionale dell’ICCD nella sezione Amministrazione Trasparente/Bandi di concorso.

Le candidature dovranno essere presentate inviando all’indirizzo email ic-cd.bandi@beniculturali.it la domanda, firmata con modalità digitale, e gli altri documenti indicati nel bando. Ciascun candidato potrà presentare domanda per due soli profili tra quelli indicati.

I PROFILI DA SELEZIONARE

I profili oggetto della selezione di riferiscono a sei progetti inerenti i fondi fotografici del Gabinetto Fotografico Nazionale dell’ICCD. Il primo progetto riguarda il riordino fisico e storico critico del Fondo fotografico del Ministero della pubblica istruzione (MPI). Due le figure professionali richieste per il suo svolgimento. Il progetto intende valorizzare il Fondo fotografico MPI per “rintracciare le occasioni che ne hanno determinato l’incremento nei cento anni di attività presso la Direzione generale delle antichità e belle arti del Ministero della pubblica istruzione”.

Il secondo progetto riguarda la descrizione inventariale e la catalogazione dei grandi formati della collezione Becchetti. Per questo progetto è prevista una risorsa. Con esso si mira alla fruizione e alla valorizzazione della partizione grandi formati del fondo Becchetti attraverso l’implementazione del sistema SAGID e la pubblicazione web sui siti istituzionali.

Stesse finalità si intendono raggiungere con il terzo progetto. Si tratta, in particolare, della descrizione inventariale dei positivi raccolti in album della collezione Becchetti. Anche in questo caso, si assegnerà un incarico.

Il quarto progetto fa riferimento ad “Attività conservative e di restauro sui fondi fotografici dell’ICCD”. Con tale progetto, per cui si assegnerà un incarico, si intende migliorare le condizioni conservative complessive dei materiali fotografici ICCD. Si propone inoltre il restauro di positivi e negativi storici, la redazione di schede conservative sui materiali analizzati e il collocamento di materiali pellicolari di varie tipologie in ambienti separati e non a rischio.

Quinto progetto concerne la “Descrizione inventariale dei fondi fotografici del Gabinetto Fotografico Nazionale”. Per questo progetto si assegnerà un incarico al fine dell’aggiornamento ed dell’implementazione del data base SAGID. In tal modo, si consentirà la fruizione e la valorizzazione anche attraverso la pubblicazione web sui siti istituzionali.

Sesto ed ultimo progetto riguarda la conservazione preventiva e archiviazione dei fondi fotografici del Gabinetto Fotografico Nazionale. In tale modo, la figura professionale richiesta realizzerà il recupero degli originali fotografici non ancora inventariati e loro fruizione attraverso l’inserimento dei dati nel data base di gestione SAGID.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE

Per la valutazione delle candidature sarà nominata, con atto del direttore dell’ICCD, una Commissione interna. Essa sarà formata da 3 componenti esperti nelle materie attinenti alle attività da svolgere. La Commissione accerterà il possesso dei requisiti generali e specifici dei candidati e procederà alla valutazione di merito.

I parametri di selezione terranno conto della durata, della qualità dell’attività, dell’affinità con l’oggetto dell’incarico e della tipologia dell’Istituzione presso cui il titolo è stato conseguito. In questo modo, si intende accertare la migliore coerenza tra le esigenze dell’ICCD e le competenze del candidato.

Nella valutazione dei titoli, si assegneranno un massimo di 70 punti mentre nel corso del colloquio si assegneranno un massimo di 30 punti.

ASSEGNAZIONE DEGLI INCARICHI

Conclusa la procedura di valutazione, la Commissione pubblicherà sette distinte graduatorie, una per ciascun profilo. Accertata la regolarità degli atti, le graduatorie definitive saranno approvate con atto del Direttore dell’ICCD e pubblicate sul sito dell’Istituto. Ai candidati risultati vincitori verrà comunicato tramite e-mail l’esito della procedura.

Entro 8 giorni dalla data di ricevimento di tale comunicazione, i candidati dovranno far pervenire la loro accettazione. Decorso inutilmente questo termine, l’ICCD provvede ad assegnare l’incarico ai successivi candidati idonei, in base alle graduatorie. La graduatoria avrà validità 18 mesi dalla data di pubblicazione e potrà essere utilizzata per il conferimento di ulteriori incarichi purché rispondenti ai medesimi profili professionali.

Approfondimenti:

Link all’avviso

Rispondi