Lettura libro

Gabriele Capone sostituirà Simonetta Bonito nel Consiglio di amministrazione del Centro per il libro e la lettura. La sostituzione avviene per le dimissioni presentate da Bonito lo scorso 4 maggio. La nomina è contenuta in un decreto del ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, che accoglie la proposta del Direttore generale Biblioteche e Istituti culturali del Mibac. L’incarico durerà fino alla sua naturale decadenza corrispondente a maggio 2020.

A seguito della nuova nomina, il cda del Centro assume una nuova composizione. In particolare, esso risulta composta da Romano Montroni, in qualità di presidente, e Flavia Cristiano, in qualità di direttore. Montroni è stato riconfermato per un nuovo triennio dal 31 marzo 2017 fino al 30 marzo 2020. Paola Polidori è componente di diritto e funzionario presso il servizio amministrativo in qualità di addetto all’Ufficio contabilità e bilancio, con funzioni di segretario. Assunta di Febo è invece il funzionario tecnico-scientifico affiancata da Gabriele Capone, Paolo Molinari e Claudio Cristillini. Le tre ultime cariche sono state designate rispettivamente dal Dg Biblioteche e Istituti culturali, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

IL CENTRO PER IL LIBRO E LA LETTURA

Istituito con decreto del Presidente della Repubblica nel 2010 (DPR n. 34/2010), il Centro per il Libro e la Lettura ha il compito di attuare politiche di diffusione del libro e della lettura in Italia. Promuove il libro italiano, la cultura e gli autori italiani all’estero.

Nello svolgimento dei suoi compiti, il Centro collabora con le amministrazioni pubbliche, le istituzioni territoriali e con i soggetti privati che operano nella filiera del libro. Tra i vari obiettivi, ritroviamo quello di incentivare l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di programmi editoriali tematici per valorizzare le opere di saggistica, di narrativa e di poesia di autori contemporanei, italiani e stranieri. Fondamentale è l’attività di promozione della diffusione della letteratura e della saggistica e della conoscenza delle biblioteche presso le scuole di ogni ordine e grado.

Il Centro promuove e realizza, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, campagne informative attraverso la televisione, la radio, il cinema, internet, la stampa quotidiana e periodica. In questo modo, mira a sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dei prodotti editoriali e della lettura.

Approfondimenti:

Decreto di nomina

Leggi anche:

Mibac, ricostituito per un nuovo triennio il Consiglio scientifico del Centro per il Libro e la Lettura

 

Rispondi