Si terrà mercoledì 3 ottobre 2018, alle 10, presso la Sala Gianfranco Imperatori dell’Associazione Civita, il convegno “Il futuro delle professioni culturali: cosa cambia, cosa resta” promosso da Confassociazioni e dall’Associazione Civita, in merito a trasformazioni e prospettive nell’ambito delle professionalità legate al mondo dei beni culturali, anche a seguito degli effetti che la tecnologia digitale ha prodotto nel settore.

Interverranno, fra gli altri, Antonio Lampis direttore della Dg Musei del Mibac, Giuseppe Costa, presidente e Ad Opera Laboratori Fiorentini, Luigi Casciello (FI), deputato della commissione Cultura della Camera e Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi. I saluti sono affidati a Nicola Maccanico, presidente Associazione Civita.

L’incontro, moderato da Adriana Apicella, Direttore Generale di Confassociazioni e Vice Presidente Esecutivo della branch Cultura Spettacolo e Moda, si pone come momento di riflessione concreta riguardo alle professioni del settore cosiddette “storiche” che ancora resistono e a quelle che ci saranno nel prossimo futuro.

Al centro, anche il ruolo della formazione, posta a monte del mercato del lavoro stesso ed oggi quanto mai necessaria per consentire ai nostri giovani di accrescere la propria competitività sul mercato globale.

Questi i temi su cui si confronteranno gli ospiti dell’incontro, con l’obiettivo di analizzare il mercato di riferimento ed individuare condizioni ed elementi necessari per incentivare un dialogo convinto e condiviso sia tra le parti che tra pubblico e privato.

Rispondi