Nominata la Commissione che attuerà il Protocollo d’intesa tra il Ministero dei Beni culturali e il Ministero dell’Istruzione per il potenziamento delle competenze nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, nonché l’alfabetizzazione all’arte, alle tecniche e ai media di produzione e diffusione delle immagini. Il Protocollo, firmato nel mese di marzo scorso, attua le disposizioni della Legge Cinema (L. n. 220/2016).

La Commissione interministeriale valuterà le istanze relative a tre bandi previsti dal Piano Nazionale Cinema per la Scuola, ideato dal Miur e dal Mibact. I bandi, pubblicati nel mese di aprile scorso e scaduti a giugno, facevano riferimento tre progetti. Con il primo si punta alla realizzazione di un piano di comunicazione e di una piattaforma web dell’iniziativa (“Cinema per la scuola – Piano di Comunicazione e piattaforma web”). Con il secondo bando si mira a favorire la crescita civile, l’integrazione sociale e le relazioni interculturali nelle scuole (“Cinema per la scuola – Buone pratiche, rassegne e festival”). Il terzo, infine, ha come obiettivo il migliorare le proposte di didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo (“Cinema per la scuola – I progetti delle e per le scuole”).

LA COMMISSIONE INTERMINISTERIALE

La Commissione interministeriale risulta composta da un presidente, tre componenti designati dal Mibac e tre componenti designati dal Miur. Presidente sarà Dino Giarrusso affiancato da Laura Salerno, Alice Tavazzi e Bruno Zambardino del Mibac. Per il Miur, i componenti scelti sono Nando Minnella, Giuseppe Pierro e Giulia Serinelli.

La Commissione è istituita annualmente. I componenti sono stati scelti, come precisato dal Protocollo d’Intesa, “tra personalità di comprovata qualificazione ed esperienza professionale” nel settore d’intervento.

Per la partecipazione ai lavori della Commissione, i membri non riceveranno emolumenti, gettoni di presenza, rimborsi spese, compensi o altre indennità.

IL PIANO NAZIONALE CINEMA PER LA SCUOLA NEL PROTOCOLLO D’INTESA

Il Piano Nazionale Cinema per la Scuola prevede l’ideazione e la realizzazione di strumenti didattico-educativi e di iniziative di sensibilizzazione e formazione degli studenti attraverso l’utilizzo del linguaggio cinematografico e audiovisivo. Il Piano è frutto della collaborazione tra i due Ministeri. Una collaborazione che ha preso vita con la firma del Protocollo d’Intesa del 28 maggio 2014 e che ha portato alla firma del Protocollo d’Intesa il 2 marzo 2018. Obiettivo condiviso tra i due Ministeri è creare occasioni di accesso al sapere attraverso la messa a sistema di istruzione e cultura. Fine ultimo lo sviluppo di una società della conoscenza.

Approfondimenti:

Decreto di nomina della Commissione

Protocollo d’intesa Mibac-Miur

Leggi anche:

Cinema, in scadenza il bando da 17 mln per portare il linguaggio cinematografico nelle scuole

Cinema, ancora un mese per il bando da 3 mln per buone pratiche, rassegne e festival nelle scuole

Rispondi