Festival del giornalismo culturaleSi aprirà il 25 ottobre a Urbino la sesta edizione del Festival del giornalismo culturale, che quest’anno ha come tema “Le parole della cultura: un vocabolario che si rinnova”. Quali sono le parole della cultura e quali le tecniche per raggiungere lettori, spettatori e ascoltatori? Come si comunica il nostro patrimonio artistico? In che modo raccontare la storia? Ogni sessione si concentrerà su un diverso settore: libri, storia, musica, cinema e arte e patrimonio culturale. L’analisi di ciò che accade all’informazione culturale in Italia attraverso il racconto dei suoi protagonisti. Specialisti e critici, storici dell’arte e booktuber, blogger e direttori di musei si troveranno seduti attorno allo stesso tavolo per trovare punti in comune e confrontarsi su quelli che li dividono. Poi le mostre, gli spettacoli, le proiezioni e i concorsi.

Tra gli ospiti di questa edizione, il Premio Strega Nicola Lagioia, che aprirà il Festival giovedì 25 alle 15.00 a Urbino nel Salone del Trono di Palazzo Ducale, e l’artista Emilio Isgrò. La narrazione dedicata alla storia sarà tenuta da Emilio Gentile, mentre a introdurre il tema dell’arte ci penseranno il direttore delle Gallerie Nazionali di Arte Antica Flaminia Gennari Santori e il critico Vittorio Sgarbi. La giornalista Cristina Battocletti terrà una conferenza sul cinema tra critica e giornalismo culturale. Ospiti delle interviste dell’ultima mattinata del Festival saranno la senatrice a vita Liliana Segre e il regista Pupi Avati.

La ricerca dell’Osservatorio News-Italia, che verrà presentata giovedì 25 dal direttore del Festival e dell’Osservatorio Lella Mazzoli, quest’anno si è concentrata su “Come si informano gli italiani. Pubblici, media, prodotti culturali”.

Due mostre ospiteranno le migliori vignette di Massimo Bucchi, una allo spazio XX Settembre di Fano e una alla Biblioteca San Giovanni di Pesaro.

Numerosi anche gli eventi collaterali. Aperitivi con il ricercatore Claudio Ferlan e la poetessa Biancamaria Frabotta; un evento-spettacolo con Ernesto Assante e Gino Castaldo; e la proiezione della docu-commedia La signora Matilde. Gossip dal Medioevo, con la presenza della protagonista Syusy Blady.

Gli studenti delle scuole di secondo grado di Urbino, Pesaro e Fano si sfideranno nel contest “Sfida all’ultima pagina”.

E infine i Concorsi del Festival: uno riservato ai praticanti delle scuole di giornalismo e ai giornalisti under 35 e uno agli studenti delle scuole di secondo grado della Regione Marche.

Tra gli altri ospiti:

Libri: Piero Dorfles (giornalista e critico), Paola Mammini e Silvia Montemurro (scrittrici), Alessandro Zaccuri (scrittore e giornalista), Marco Vigevani (agente letterario).

Arte: Peter Aufreiter (direttore della Galleria Nazionale e Polo Museale delle Marche), Anna Maria Ambrosini Massari (storica dell’arte), Fabio Fornasari (architetto e museologo), Roberto Pisoni (direttore SkyArte), Maria Grazia Tolomeo (storica e critica dell’arte) e Giuliano Volpe (archeologo).

Musica: Albert (rapper), Ludovico Bramanti (direttore del Conservatorio Rossini di Pesaro), Alessio Bertallot (conduttore radiofonico e dj), Simone Lenzi (cantautore e scrittore), Quirino Principe (musicologo, traduttore e saggista).

Cinema: Pedro Armocida (direttore artistico del Pesaro Film Festival), Francesca Benedetti (attrice), Emiliano Morreale (giornalista e critico), Marco Melluso e Diego Schiavo (registi).

Grafica: Francesco Franchi (art director) e Paolo Iabichino (pubblicitario).

New Media: Mafe De Baggis (blogger), Matteo Fumagalli (booktuber), Antonio Pavolini (podcaster).

Storia: Mariangela Galatea Vaglio (scrittrice), Carlo Greppi e Alessandra Tarquini (storici).

Giornalismo: Massimo Bernardini (Rai), Gregorio Botta e Marco Bracconi (la Repubblica), Fabio Cappelli e Filippo Nanni (Rainews24), Elisabetta Stefanelli (Ansa), Mario De Santis (Radio Capital), Manuela Ennas, Davide Eusebi (Il Resto del Carlino), Marco Ferrazzoli (capo ufficio stampa Cnr), Massimiliano Tonelli (Artribune e Gambero Rosso), Francsco D’Ayala e Giorgio Zanchini (Giornale Radio Rai), Roberto Zichittella (Famiglia Cristiana).

Poi il sociologo Giovanni Boccia Artieri, lo psicologo Paolo Legrenzi, il neurobiologo e vicepresidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei Lamberto Maffei e l’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lazio Gian Paolo Manzella.

Per gli ultimi aggiornamenti sul programma consultare il sito, alla pagina: festivalgiornalismoculturale.it/2018-programma/

Rispondi