All’unanimità la commissione Cultura del Senato ha dato via libera al parere al governo sulla nomina del maestro Giulio Rapetti Mogol a presidente del consiglio di gestione della Società italiana degli autori ed editori (Siae). Tutti i 20 senatori presenti, a scrutinio segreto, hanno dato il proprio assenso. L’ok è arrivato anche dal gruppo Pd nonostante inizialmente, a quanto si apprende, fosse schierato per un voto d’astensione per questioni procedurali. Nel corso della seduta e poco prima di votare, i senatori Pd si sarebbero convinti sulla nomina di Mogol e hanno detto “sì” nel segreto dell’urna. La 7a commissione di Palazzo Madama ha poi chiesto trasversalmente che venga al più presto calendarizzata un’audizione dello stesso Mogol per affrontare la questione Siae.

Rispondi