cineteche archivio filmLombardia e Friuli Venezia Giulia insieme per difendere la Cineteca italiana (con sede a Milano) e la Cineteca del Friuli, “escluse in modo inspiegabile e inaccettabile” dai contributi annui garantiti dalla Legge Cinema del 2016. Qualche giorno fa si è tenuta una riunione tecnica tra i dirigenti delle due Regione e i segretari generali delle due cineteche alla presenza di rappresentanti politici di tutte le forze politiche del territorio con l’intento di mettere a punto un’iniziativa per far includere le due realtà nel novero di quelle che hanno diritto a contributi annuali erogati da parte del Mibac.

Al momento, la Legge 220 del 2016 (Cinema e audiovisivo) prevede il sostegno stabile per la Fondazione Cineteca di Bologna, la Cineteca nazionale di Roma e la Cineteca del Museo nazionale del cinema di Torino. “Cineteca italiana di Milano insieme a Cineteca del Friuli sono state inspiegabilmente e inaccettabilmente escluse dal novero delle cineteche che hanno diritto a un finanziamento annuo garantito”, spiega ad AgCult l’assessore alla Cultura del Friuli Tiziana Gibelli.

L’EMENDAMENTO IN FINANZIARIA

A questo punto, le due Regioni hanno deciso di muoversi insieme per tutelare le due cineteche del Nord. L’obiettivo è quello di far inserire nella prossima Legge di Bilancio nazionale un emendamento che equipari le due realtà del Nord alle altre tre che già godono dei contributi garantiti. Cineteca Italiana e Cineteca del Friuli devono infatti ogni anno presentare dei progetti su cui richiedere finanziamenti specifici.

Pertanto, ora, saranno raccolte le adesioni politiche a questa iniziativa con la speranza di poter sottoporre al Ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli la richiesta e ottenere così l’inserimento della norma nella prossima Manovra. “Nel caso il ministro non accogliesse la nostra proposta, presenteremo direttamente l’emendamento in sede di discussione parlamentare tramite i nostri deputati e senatori di riferimento di diverso colore politico. Sarà un emendamento – ha concluso Gibelli – presentato con sufficiente autorevolezza”.

Rispondi