ponte-di-cecco ascoliTornano il 13 e il 14 ottobre le “Giornate d’Autunno” organizzate dal Fai, un weekend in cui soffermare lo sguardo sulle bellezze poco conosciute e inaccessibili del nostro paese.

Oltre 3800 volontari accompagneranno gli italiani lungo 150 itinerari a tema, che vedranno l’apertura di luoghi solitamente non visitabili o poco valorizzati: palazzi, chiese, castelli, aree archeologiche, giardini, architetture industriali, botteghe artigiane, musei, fari ma anche interi quartieri e Borghi. Ad ogni ingresso sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione.

Tra le regioni protagoniste ancora una volta le Marche, come evidenziato ad AgCult da Giorgia Latini (Lega), vicepresidente della commissione Cultura della Camera: “Grazie all’impegno dei tanti volontari del Fai, anche quest’anno le Marche saranno protagoniste delle ‘Giornate d’Autunno’: saranno infatti ben 33 le bellezze nascoste o inaccessibili che in questi due giorni potranno essere visitate da tutti. Da Pesaro ad Ascoli, passando per Fabriano, Loreto, Ancona, Senigallia, Loro Piceno, Macerata, Monterubbiano e San Benedetto, si potranno conoscere luoghi spesso vicino a noi, ma sconosciuti”.

“Gli eventi del Fai – spiega – hanno proprio questo nobile obiettivo: valorizzare il patrimonio culturale italiano e, allo stesso tempo, porre l’attenzione sull’importanza della manutenzione intesa come consapevolezza, osservazione, pianificazione e lungimiranza”.

Contemporaneamente alle “Giornate d’Autunno” continua la campagna “I Luoghi del Cuore”. “Si tratta – ricorda ad AgCult Alessandra Stipa, presidente Fai Marche – di un progetto preziosissimo del Fai, un progetto che ha saputo parlare al Cuore degli italiani che sono stati invitati a votare il loro luogo preferito che necessita di un restauro. Oggi abbiamo segnalazioni in tutte le province marchigiane, da centri piccoli e grandi: i primi beni ora in testa per numero di segnalazioni risultano essere l’abbazia di Lamoli a Borgo Pace (PU), l’eremo di San Giorgio e la chiesa di Sant’Angelo Magno ad Ascoli Piceno”.

Leggi anche:

Giornate Fai d’autunno, alla scoperta degli itinerari europei

Tornano le Giornate Fai d’autunno, Bonisoli: operazione di cui paese deve essere fiero

Cultura, Gibelli (Friuli Venezia Giulia): bene Giornata Fai concomitante con Barcolana

Rispondi