Italia NostraItalia Nostra apre la Lista Rossa anche alle segnalazioni di alberi monumentali, in linea con le indicazioni della recente Carta di Siena. Accanto a manufatti in degrado si potrà, quindi, segnalare anche i monumenti verdi, cioè gli alberi monumentali abbandonati, malati e a rischio abbattimento che hanno bisogno di potature e cure.

Il Corpo Forestale dello Stato ha stimato che in Italia esistono circa 22 mila piante di valore, delle quali 2.000 di grande interesse e 150 di eccezionale valore storico o monumentale. Nel corso degli ultimi anni, l’attenzione verso questi grandi testimoni del tempo è cresciuta fino all’istituzione della Giornata nazionale degli alberi (il 21 novembre di ogni anno) e l’obbligo per i Comuni di censire e proteggere le alberature storiche cittadine.

In linea con queste disposizioni, il MiBAC ha recentemente istituito il primo monumento verde italiano (la Quercia delle Checche in Val D’Orcia) e le associazioni ambientaliste, i botanici e gli scienziati hanno stilato la Carta di Siena, proprio per dettare le linee guida della tutela dei monumenti verde, alla stessa stregua di una chiesa, un castello, un palazzo storico.

Per venire incontro alle tante segnalazioni da parte di sezioni e cittadini, Italia Nostra ha deciso di estendere la Lista Rossa anche agli alberi. Le segnalazioni verranno vagliate e serviranno a sollecitare gli enti locali a prendersene cura.

Leggi anche:

Rischio crolli, la Lista Rossa dei beni culturali in pericolo di Italia Nostra

Rispondi