Scicli Ragusa“Come sono stati utilizzati i tre milioni di euro raccolti attraverso l’iniziativa MaratonArte del 5-6-7 ottobre 2007, se e quante risorse sono state destinate alla tratta ferroviaria Scicli-Modica-Ragusa ed eventualmente come siano state utilizzate”. Lo chiede il deputato di Forza Italia, Antonino Minardo, in un’interrogazione rivolta al ministro per i Beni e le attività culturali, a quello delle Infrastrutture e dei trasporti e al titolare del dicastero dell’Economia e delle finanze.

La tratta ferroviaria Scicli-Modica-Ragusa che passa per la Val di Noto, osserva Minardo “ha più di 100 anni e attraversa il più grande sito Unesco al mondo caratterizzato dal fascino del paesaggio ibleo”. Oggi la tratta però, “è in declino e rischia di morire; considerata un ‘ramo secco, è dimenticata da tutti”. Nel 2007 la Scicli-Modica-Ragusa, scrive il deputato FI, “fu interessata all’iniziativa MaratonArte organizzata dal Mibac in collaborazione con la Rai per raccogliere fondi per recuperare il patrimonio artistico italiano. In totale furono raccolti quasi 3 milioni di euro, tramite le donazioni degli italiani anche via sms, per il restauro e la valorizzazione di sette siti culturali italiani. Di questi fondi però nemmeno un centesimo sarebbe stato speso per la tratta Scicli-Modica-Ragusa”.

Minardo ricorda inoltre che nell’agosto 2017 è stata varata una legge che istituisce ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione, situate in aree di particolare pregio culturale, naturalistico o archeologico. Per cui, oltre a chiedere chiarezza sugli eventi del 2007, il deputato FI propone ai ministri interrogati di “inserire nell’elenco delle linee turistiche da istituire anche quella di Scicli-Modica-Ragusa”.

Rispondi