Franceschini di spalle“Un passo avanti nel rafforzamento della tutela e nella salvaguardia del patrimonio culturale” così Dario Franceschini commenta l’approvazione a larga maggioranza alla Camera della proposta di legge per il contrasto dei reati contro il patrimonio. “Un vero e proprio giro di vite sui reati contro il patrimonio – sottolinea – che rafforza il ruolo di guida dell’Italia nella tutela dei beni culturali che si pone all’avanguardia anche nell’attuazione della convenzione di Nicosia sulle infrazioni in materia di beni culturali e traffici illeciti”.

“Questa legge che ricalca il ddl del Governo Gentiloni approvato nella scorsa legislatura dall’aula di Montecitorio – spiega l’ex ministro della Cultura – introduce strumenti efficaci e moderni per contrastare i reati contro il patrimonio. Vengono previste nuove fattispecie di reato e rafforzati gli strumenti investigativi per consentire indagini ancora più complesse. Un provvedimento molto importante, non solo per l’Italia, ma per l’intera comunità internazionale essendo il traffico di opere d’arte una delle principali fonti di finanziamento del terrorismo”.

Rispondi