Reati contro il patrimonio NicosiaVia libera della Camera alla proposta di legge Orlando-Franceschini sui reati contro il patrimonio culturale. I voti favorevoli sono stati 378, i contrari 75. Il testo passa ora a Palazzo Madama. Voto favorevole del Movimento 5 Stelle, del Partito democratico, della Lega e di Liberi e Uguali, contraria Forza Italia, astenuti i deputati di Fratelli d’Italia. Relatrice del provvedimento per la maggioranza è stata Valentina Palmisano (M5S).

MOVIMENTO 5 STELLE

Mario Perantoni (M5S) ha sottolineato nel suo intervento che “il traffico illecito di beni culturali finanzia la malavita e segue gli stessi canali del traffico di droga; la legge approvata è quindi un ulteriore strumento per intervenire in questi campi. Con questo provvedimento stiamo dando un segnale, sono finiti i tempi dei tagli draconiani alla cultura o delle cervellotiche riforme. Quella approvata è una buona proposta di legge, equilibrata.

FORZA ITALIA

Parere contrario da Forza Italia, come annunciato in aula da Giusi Bartolozzi, componente della commissione Giustizia di Montecitorio: “Come Forza italia – spiega – non possiamo che essere d’accordo con le finalità del provvedimento. Ma dobbiamo dire no alla proposta di legge, non per semplice ostruzionismo, ma per il risultato conseguito. Si tratta di un testo che tradisce il vero spirito della convenzione di Nicosia: assistiamo a una sorta di delirio sanzionatorio, con interventi non sistematici, con il quale si inaspriscono le pene partendo dal preconcetto che il cittadino italiano è colpevole. La Convenzione di Nicosia punta a prevenire e poi combattere, l’impianto che scaturisce dalla Convenzione mira a un sistema di prevenzione e monitoraggio. Per questo noi di Forza Italia non possiamo condividere le scelte del Movimento 5 Stelle, eccessivamente repressive. La nostra opposizione non preconcetta non smetterà mai di offrire proposte nell’interesse degli italiani”.

PARTITO DEMOCRATICO

Voto favorevole del Partito democratico. Per Walter Verini (Pd), l’approvazione è un “risultato importante, perché questa legge anticipa e contiene pienamente la Convenzione di Nicosia. Per il Pd, la tutela e la valorizzazione dei beni artistici significa il rispetto e la tutela della storia e dell’identità del paese. Un importante volàno anche per l’economia e la crescita; questa legge imposta la tutela del patrimonio sul versamento di un impianto normativo di sistema, a fronte di una crescita costante degli illeciti al nostro patrimonio. Anche a livello internazionale si registra l’azione delle associazioni mafiose e terroristiche in questo campo”. Verini sottolinea che “il lavoro in commissione e in Aula ha rafforzato tra le altre le misure contro l’appropriazione indebita e il riciclaggio. Questa legge rappresenta il segno di un impegno coerente per l’interesse del paese, difendere il nostro patrimonio significa anche difendere la memoria e le generazioni future”, ha concluso l’esponente dem.

FRANCESCHINI

L’ex ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, commenta così su Twitter il via libera di Montecitorio: “La Camera approva a larga maggioranza la proposta di legge che ho firmato con Orlando sui reati contro il patrimonio culturale. Un provvedimento che rafforza il ruolo di guida dell’Italia nella tutela dei Beni Culturali”.

MURONI (LEU)

“Questo provvedimento introduce nuovi reati, aumenta le pene e introduce aggravanti quando oggetto di reati comuni siano beni culturali. Dando nuovi strumenti alle forze dell’ordine per reprimere la criminalità, compresa quella organizzato, in questo settore”, ha evidenziato la deputata di LeU Rossella Muroni annunciando il voto favorevole di LeU  sulla pdl sui reati contro il patrimonio culturale intervenendo alla Camera

 

One Comment

  1. Pingback: PROPOSTA DI LEGGE SUI REATI CONTRO IL PATRIMONIO – Il commento della Deputata di Ostuni Palmisano (M5S) | La splendida Regione PUGLIA

Rispondi