Commissione Cultura CameraL’attività della Camera è caratterizzata questa settimana dall’esame nelle commissioni del Dl Genova, provvedimento che contiene diverse misure legate alla cultura e su cui la VII commissione di Montecitorio negli scorsi giorni ha dato parere favorevole (per approfondimenti: Da comm. Cultura parere favorevole (con osservazione) a Dl Genova). Giovedì in commissione riprende l’esame della risoluzione Gallo sull’area culturale circostante il sito di Pompei; verranno inoltre sentiti i rappresentanti del Tavolo permanente delle Federazioni Bandistiche Italiane. Mercoledì si terranno interrogazioni al Mibac.

MARTEDI’

Prosegue alle 15 in commissione Cultura l’esame della proposta di legge – primo firmatario Luigi Gallo (M5S) – sull’Open Access. Relatore del provvedimento è Paolo Lattanzio (M5S). Nelle scorse settimane si è svolta in VII commissione l’indagine conoscitiva, con l’audizione – fra gli altri – di Donatella Castelli, National Contact Point per l’Open Access, di Maurizio Lancia del Cnr, di Fabrizio Cobis, dirigente nella Direzione generale del Miur, e di rappresentanti dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), dell’Aie (Associazione Italiana Editori) e dell’Aisa (Associazione italiana per la promozione della scienza aperta).

MERCOLEDI’

Alle 14 si terranno interrogazioni a risposta immediata su questioni di competenza del Ministero per i beni e le attività culturali.

GIOVEDI’

Alle 9,30 si terranno in commissione Cultura le audizione di rappresentanti del Tavolo permanente delle Federazioni Bandistiche Italiane, su questioni riguardanti le bande musicali italiane.

A seguire, riprendono le discussioni della risoluzione Gallo sulla valorizzazione dell’area culturale circostante il sito di Pompei.

Sul tema è intervenuto la scorsa settimana anche il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, che in visita agli scavi ha sottolineato come ci siano siti “che possono essere correlati a Pompei, che resterà un grande polo attrattivo dal punto di vista turistico. L’ambizione è di avere un territorio che grazie a Pompei possa rifiorire e ridisegnare un modo di vita moderno, con una mobilità sostenibile, con i siti minori che possono finalmente ricevere l’attenzione che meritano e un flusso turistico che possa generare indotto di tipo economico. Tutto questo deve dare opportunità maggiori per chi vive in questa zona. I fondi sono già stati individuati, quello che non abbiamo fatto è passare alla fase immediatamente operativa ed è quello che stiamo per fare: la prima riunione sarà il 6 novembre”. (per approfondimenti: Pompei, Bonisoli: Un onore essere qui, oggi si riscrive la Storia).

Leggi anche:

Camera, in comm. Cultura la risoluzione Gallo (M5S) per valorizzare area culturale circostante Pompei

Pompei, Gallo (M5S): sia occasione per aprire una discussione sul modello di rete dei siti

 

Rispondi