cinematografia cinema

Europa Creativa (sottoprogramma Media) sostiene l’educazione cinematografica con un bando da un milione di euro. Il sottoprogramma Media, infatti, fornisce sostegno alle attività finalizzate a promuovere l’alfabetizzazione cinematografica e ad accrescere le conoscenze e l’interesse del pubblico riguardo alle opere audiovisive europee, incluso il patrimonio audiovisivo e cinematografico, in particolare tra il pubblico giovane. Le proposte devono essere presentate entro il 7 marzo 2019. Il contributo finanziario dell’Unione non può superare l’80% dei costi ammissibili totali dell’azione.

UN CATALOGO PER EDUCARE AL CINEMA

Tra le attività ammissibili c’è la creazione di un catalogo curato di film europei e del materiale didattico correlato da mettere a disposizione dei giovani tra gli 11 e i 18 anni che frequentano scuole primarie e secondarie nei paesi partecipanti al sottoprogramma Media. Il catalogo deve comprendere film noti che hanno contribuito alla storia della filmografia europea, da utilizzare nell’ambito delle attività di educazione al cinema. Il catalogo deve comprendere un minimo di 7 lungometraggi. La pubblicazione del catalogo dovrebbe prevedere un’ambiziosa campagna di comunicazione volta a promuovere il progetto nelle scuole e fra il grande pubblico. Le attività comprenderanno: l’acquisto dei diritti didattici dei film, la preparazione di pacchetti di doppiaggio o sottotitolazione, il materiale didattico e il lavoro di diffusione e promozione presso le scuole destinatarie e il grande pubblico.

CANDIDATI AMMISSIBILI

I candidati devono essere consorzi (formati da un capo-progetto e da almeno due partner) di persone giuridiche europee (aziende private, organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni, enti di beneficenza, fondazioni, comuni/consigli comunali, etc) che abbiano sede in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma Media.

Per approfondimenti:

Sostegno all’educazione cinematografica: leggi il bando

Rispondi