IAQOS, intelligenza artificiale di quartiere open source, vince i 50mila euro messi in palio dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) con il bando “periferiA Intelligente”, iniziativa rivolta a finanziare un piano di rigenerazione urbana che unisca creatività e innovazione.

IAQOS consiste in un avatar digitale in grado di instaurare relazioni empatiche con le persone e raccogliere Big Data, che vengono poi trasformati in conoscenza utile a comprendere e risolvere i problemi pratici del quartiere, coinvolgendo in maniera diretta la comunità territoriale.

Il progetto è stato presentato dalla piattaforma di creativi Sineglossa creative ground di Ancona, in collaborazione con il duo artistico AOS – Art is Open Source.

Il contesto in cui si attiverà per la prima volta IAQOS è il quartiere di Torpignattara a Roma, dove saranno raccolte le informazioni e attraverso workshop, eventi, installazioni artistiche e visualizzazioni infografiche, si affronteranno insieme ai residenti le dinamiche della vita locale.

“Questo programma dimostra come la collaborazione tra arte, scienza e tecnologia possa costituire un connubio innovativo e strategico per la riqualificazione delle periferie urbane. L’implementazione artistica e il design rendono più accessibili l’elemento scientifico. In questo modo tutti possono beneficiare di iniziative che sono rivolte a migliorare la qualità di vita della comunità nella sua interezza” ha dichiarato Federica Galloni, Direttore della DGAAP.

Con “periferiA Intelligente” il MiBAC conferma il proprio impegno a favore di attività attente all’aspetto culturale e innovativo dei processi di riqualificazione urbana, obiettivo già al centro di altri progetti come “PRENDI PARTE! Agire e pensare creativo” o “Premio CREATIVE LIVING LAB”, per un finanziamento totale di oltre 1 milione di euro negli ultimi mesi.

 

Articoli correlati