Europa streaming media on demand cinema

E’ online il bando di Europa Creativa (sottoprogramma Media) a sostegno della programmazione televisiva di opere audiovisive europee. Nell’ambito dell’obiettivo specifico di rafforzare le capacità del settore audiovisivo di operare a livello transnazionale e internazionale, una delle priorità del sottoprogramma Media è aumentare la capacità degli operatori di sviluppare opere audiovisive europee che abbiano le potenzialità per circolare nell’UE e nel mondo, e agevolare le coproduzioni europee e internazionali, anche con emittenti televisive. La dotazione complessiva disponibile è di 13,5 milioni di euro. Il bando fissa due termini ultimi per presentare le domande: per rientrare nel primo termine, le candidature devono essere presentate entro il 18 dicembre 2018 mentre per rientrare nel secondo termine le candidature devono essere presentate entro il 28 maggio 2019.

AZIONI AMMISSIBILI

I candidati devono essere società europee indipendenti di produzione audiovisiva produttrici di maggioranza dell’opera. Tra le azioni ammissibili ci sono:

  • Filmati (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 90 minuti creati essenzialmente per la televisione sui servizi sia lineari sia non lineari. Sono ammessi seguiti o seconde e terze stagioni di una serie di filmati esistente. Non sono ammesse quarte e ulteriori stagioni di una serie di filmati esistente
  • Animazioni (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 24 minuti creati essenzialmente per la televisione sui servizi sia lineari sia non lineari. Non sono ammessi seguiti o seconde, terze e ulteriori stagioni di una serie di animazioni esistente
  • Documentari creativi (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 50 minuti creati essenzialmente per la televisione sui servizi sia lineari sia non lineari. Non sono ammessi seguiti o seconde, terze e ulteriori stagioni di una serie di documentari esistente

L’opera deve essere realizzata con la partecipazione significativa di professionisti che abbiano nazionalità e/o residenza in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma Media. L’opera deve comprendere la partecipazione di tre compagnie televisive provenienti da tre paesi che partecipano al sottoprogramma Media.

DOTAZIONE DI BILANCIO

Per le opere drammatiche e di animazione il contributo finanziario non può essere superiore a 500mila euro o al 12,50% dei costi totali ammissibili, se quest’ultima cifra è più bassa. Solo per le prime e le seconde stagioni delle serie di fiction (coprodotti da società di produzione cinematografica provenienti da paesi diversi che partecipano al sottoprogramma Media e consistenti di almeno 6 episodi e con un bilancio complessivo ammissibile di produzione di almeno 10 milioni di euro), può essere richiesto un importo massimo di 1 milione di euro oppure il 10% delle spese complessive ammissibili, qualunque sia il più basso. Per i documentari creativi il contributo finanziario non può essere superiore a 300mila euro o al 20% dei costi totali ammissibili, se quest’ultima cifra è più bassa. È disponibile un importo indicativo di 6 milioni di euro per la prima delle due scadenze e di 7,5 milioni di euro per la seconda.

Per approfondimenti:

Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee: leggi il bando

Rispondi