Un’interrogazione sugli interventi inerenti al patrimonio culturale danneggiato dai terremoti del 2009, 2016 e 2017 è stata presentata dalla deputata Daniela Torto (M5S) al ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli. “Ad oggi è difficile reperire informazioni esaustive riguardo allo stato di attuazione degli interventi previsti dalle delibere del Cipe”, scrive l’esponente pentastellata che elenca tutte le assegnazioni del Comitato interministeriale per la programmazione economica.

“La delibera del Cipe 135 del 21 dicembre 2012 -osserva Torto – ha assegnato l’importo pari a euro 70.500.000,00 per gli interventi di consolidamento e restauro nel settore dei beni culturali”. Poi, prosegue la deputata M5S, “la delibera del Cipe 77 del 6 agosto 2015 ha assegnato risorse pari a euro 25.987.211,00 per l’anno 2015 per la realizzazione di un programma stralcio nel settore dei beni culturali e dell’edilizia pubblica, e, specificatamente 19.750.000,00 al Mibac per la realizzazione del programma stralcio degli interventi sui beni culturali danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009”. Infine, “la delibera del Cipe 112 del 22 dicembre 2017 ha assegnato l’importo pari a euro 48.923.619,75 per la ricostruzione del patrimonio culturale pubblico”.

Torto chiede quindi al titolare del Mibac, “quale sia lo stato di attuazione degli interventi per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale danneggiato dai sismi del 2009, del 2016 e del 2017 e, ove sussistano ritardi, quali siano le motivazioni che li hanno causati e quali siano le iniziative che si intendano promuovere per rendere la fase di ricostruzione e ripristino degli immobili più efficiente”.

Rispondi