Quarantasei film si aggiungono ai dieci classificati dal Ministero dei Beni culturali come “film d’essai” con decreto direttoriale dello scorso 12 ottobre (leggi). I decreti direttoriali con cui sono state assegnate le qualifiche sono datati 18 e 30 ottobre. Tra questi, dodici sono di nazionalità italiana: salgono quindi a undici, considerando anche il decreto del 12 ottobre, i film italiani qualificati d’essai. I decreti sono stati emanati dal Direttore Generale Cinema del Mibac.

La qualifica di “film d’essai” può essere riconosciuta a film italiani e stranieri, su richiesta presentata dall’impresa di produzione o di distribuzione del film o su segnalazione delle associazioni nazionali di categoria o enti di promozione della cultura cinematografica. La qualifica di film d’essai è attribuita automaticamente ai film distribuiti nelle sale italiane che abbiano partecipato a festival e premi di rilevanza internazionale.

I FILM – DECRETO DEL 18 OTTOBRE

A STAR IS BORN – Bradley Cooper – USA

ARRIVEDERCI SAIGON – Wilma Labate – ITALIA

DON’T WORRY – Gus Van Sant – USA

EUFORIA – Valeria Golino – ITALIA

FAHRENHEIT 11/9 – Michael Moore – USA

GIRL – Lukas Dhont – BELGIO

L’ALBERO DEI FRUTTI SELVATICI – Nuri Bilge Ceylan – TURCHIA, FRANCIA, GERMANIA, BULGARIA, MACEDONIA, BOSNIA ERZEGOVINA, SVEZIA, QATAR

L’APPARIZIONE – Xavier Giannoli – FRANCIA

LE EREDITIERE – Marcelo Martinessi – URUGUAY

LE FIDÈLE – Michael R. Roskam – FRANCIA

LUCKY – John Carroll Lynch – USA

MICHELANGELO – INFINITO – Emanuele Imbucci – ITALIA

MOST BEAUTIFUL ISLAND – Ana Asensio – USA

MR. LONG – Sabu – GIAPPONE

OPERA SENZA AUTORE – Florian Henckel – GERMANIA

ORA E PER SEMPRE RIPRENDIAMOCI LA VITA – Silvano Agosti – ITALIA

PAPA FRANCESCO – UN UOMO DI PAROLA – Wim Wenders – ITALIA

PIAZZA VITTORIO – Abel Ferrara – ITALIA

QUASI NEMICI – Yvan Attal – FRANCIA

RENZO PIANO: L’ARCHITETTO DELLA LUCE – Carlos Saura – SPAGNA

RIDE – Jacopo Rondinelli – ITALIA

SAREMO GIOVANI E BELLISSIMI – Letizia Lamartire – ITALIA

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ETÀ – Daniel Auteuil – FRANCIA

I FILM – DECRETO DEL 30 OTTOBRE

7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE – Drew Goddard – USA

BLACKKKLANSMAN – Spike Lee – USA

DISOBEDIENCE – Sebastian Lelio – REGNO UNITO/IRLANDA/USA

FIRST MAN – IL PRIMO UOMO – Damien Chazelle – USA

GLI INCREDIBILI 2 – Brad Bird – USA

IL BANCHIERE ANARCHICO – Giulio Base – ITALIA

IMAGINE – John Lennon e Yoko Ono – USA

ISIS, TOMORROW. THE LAST SOULS OF MOSUL – Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi – ITALIA

JUST CHARLIE – DIVENTA CHI SEI – Rebekah Fortune – REGNO UNITO

KLIMT & SCHIELE – EROS E PSICHE – Michelle Malley – ITALIA

LA CASA DEI LIBRI – Isabel Coixet – SPAGNA

LA DISEDUCAZIONE DI CAMERON POST – Desiree Akhavan – USA

LA DONNA DELLO SCRITTORE – Christian Petzold – GERMANIA

LA LIBERTÀ NON DEVE MORIRE IN MARE – Alfredo Lo Piero – ITALIA

LA RAGAZZA DEI TULIPANI – Justin Chadwick – REGNO UNITO

LO SCHIACCIANOCI E I QUATTRO REGNI – Lasse Hallstrom – USA

MILLENNIUM – QUELLO CHE NON UCCIDE – Fede Alvarez – USA

MUSEO – Alonso Ruizpalacios – MESSICO/SPAGNA

SOLDADO – Stefano Sollima – ITALIA/USA

TUTTI IN PIEDI – Franck Dubosk – FRANCIA

UN NEMICO CHE TI VUOLE BENE – Denis Rabaglia – ITALIA/SVIZZERA

VERDETTO – Richard Eyre – REGNO UNITO

THE WIFE – VIVERE NELL’OMBRA – Björn Runge – REGNO UNITO/SVEZIA/USA

QUALIFICA DI FILM D’ESSAI

Il decreto ministeriale 304/2017, attuativo delle disposizioni della Legge Cinema (L. 220/2016), ha introdotto disposizioni applicative in materia di programmazione di film d’essai. La Legge Cinema aveva stabilito che con il termine “film d’essai” – ovvero “film di ricerca e sperimentazione” – si dovessero intendere “i film di qualità, aventi particolari requisiti culturali ed artistici idonei a favorire la conoscenza e la diffusione di realtà cinematografiche meno conosciute, nazionali e internazionali, ovvero connotati da forme e tecniche di espressione sperimentali e linguaggi innovativi”.

Il decreto attuativo ha poi specificato che sono considerati d’essai i film che presentano “spiccati elementi di ricerca o di sperimentazione riconoscibili nel linguaggio cinematografico, nell’impianto e nella struttura narrativa, nell’uso delle fonti e nelle tecniche di ripresa ovvero di montaggio, nel rapporto fra contenuti narrativi e contenuti documentaristici ovvero fra contenuti ripresi con tecniche tradizionali e contenuti realizzati con tecniche digitali, nelle modalità di produzione, realizzazione e distribuzione” e i film d’archivio, quali film aventi valore storico e culturali conservati nelle cineteche pubbliche.

La richiesta di attribuzione della qualifica viene presentata dall’impresa di produzione o di distribuzione o può essere segnalata dalle associazioni nazionali di categoria o Enti di promozione della cultura cinematografica. È prevista l’attribuzione automatica per i film distribuiti nelle sale italiane che abbiano partecipato a festival e premi di rilevanza internazionale. Il Direttore Generale Cinema provvede a decretare l’attribuzione entro trenta giorni dalla richiesta.

Approfondimenti:

Decreto direttoriale del 18 ottobre

Decreto direttoriale del 30 ottobre

Leggi anche:

Cinema, “Sulla mia pelle” tra i dieci film che ottengono la qualifica d’essai

 

Articoli correlati