Patricia Adkins Chiti Costa Teatro Argentina

Una serata di gala per ricordare una grande musicologa che ha dedicato la sua vita alla valorizzazione delle donne musiciste nel mondo, pioniere nella ricerca storica sulla presenza delle donne tra i compositori musicali. Si è tenuto presso il Teatro Argentina di Roma il concerto “Global women in musics for Human Rights” – nell’ambito delle celebrazioni del 70esimo Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani – un evento ideato da Patricia Adkins Chiti, fondatrice e presidente della Fondazione Donne in Musica, che è venuta a mancare lo scorso giugno mentre lavorava a questo progetto.

“Grazie ad amiche e amici della Fondazione e in particolare alla neo Presidente Valerie Baxter e alla vice Presidente Gigliola Zecchi, e con il sostegno della Fondazione Cariplo e dell’Ufficio di Rappresentanza in Italia del Parlamento Europeo, abbiamo potuto mantenere fede all’impegno di Patricia realizzando questa serata che sarà anche una occasione per rendere omaggio ad una donna, un’artista, una musicologa straordinaria che ha dedicato la sua vita alla ‘missione’ di promuovere nel mondo la conoscenza e il ruolo delle compositrici e musiciste”, ha ringraziato l’eurodeputata Silvia Costa (Pd), amica da oltre 30 anni di Patricia Adkins Chiti.

“PATRICIA CREDEVA NELLA RETE E NELLA SOLIDARIETA’ TRA LE DONNE”

“Sono molto emozionata per questa serata, questo è stato il suo ultimo progetto e la sua ultima fatica”, ha aggiunto la Costa, sottolineando la “grande complicità e solidarietà che abbiamo avuto nel far crescere la consapevolezza sul contributo delle donne per la cultura. Patricia era generosa e pensava in grande, credeva nella rete e nella solidarietà tra le donne”.

“Credo che il seme che ha lanciato frutterà ancora, cercheremo di capire come mandare avanti la sua bellissima esperienza, anche se lei ha lasciato un vuoto incolmabile. Il valore che ci ha trasmesso, ovvero riconoscere e far ascoltare la musica scritta dalle donne, è un impegno che dovrebbero seguire tutte le istituzioni culturali, in Italia e in Europa. Spero che la sua opera e la sua missione continui e non si fermi qui”, ha concluso l’eurodeputata dem.

LE VINCITRICI DEL CONCORSO

Nel corso della serata sono stati eseguiti i brani delle dieci compositrici vincitrici del concorso internazionale bandito dalla Fondazione.

Si tratta di Isabel Guzman Pyes (El Salvador), Annie Fontana (Italia), Linda Hijazi (Giordania), Carmen Alfaro Mendez (Costa Rica), Jane Meryll (Usa), Mathilde Grooss Viddal (Norvegia), Elizabeth Gonzales (Uruguay), Katarina Pustinek Rakar (Slovenia) e Shruthi Rajasekar (Usa).

Rispondi