Mibac Fondazioni Cultura Faro MuseiLe soprintendenze sono “il più delle volte enti inutili che costituiscono un appesantimento burocratico assolutamente pleonastico”. Lo afferma il deputato Galeazzo Bignami (FI) in un’interrogazione presentata al ministro per i Beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, relativa alla situazione della “Capannina” di Bologna, l’immobile ospitante la storica discoteca bolognese che la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio competente ha annunciato di voler demolire.

Una vicenda che Bignami definisce “quantomeno bizzarra” perché il 10 ottobre 2018 “la Soprintendenza aveva inizialmente rilasciato parere di conformità paesaggistica, parere che il 30 ottobre 2018 è stato poi annullato in autotutela”. Secondo il deputato FI si prospetta “un danno in relazione a ulteriori ricorsi che si profilano” da parte della società proprietaria dell’immobile, “anche verso il Ministero per i beni e le attività culturali a causa del ripensamento sul parere stesso”.

Bignami chiede quindi al titolare del Mibac se “intenda valutare di assumere iniziative per la rimozione del Soprintendente vista l’ampia confusione generata” e “se intenda acquisire dati e documentazione volti ad accertare la sussistenza di eventuali profili di responsabilità del Soprintendente ed assumere le conseguenti iniziative di competenza nei suoi confronti”. Da qui anche la richiesta di Bignami al ministro Bonisoli se “intenda porre in essere iniziative normative volte alla soppressione delle soprintendenze, il più delle volte enti inutili, a parere dell’interrogante, e che costituiscono un appesantimento burocratico assolutamente pleonastico”.

Rispondi